A Corto di Donne, 300 corti da 40 paesi in concorso
A Corto di Donne - il logo della manifestazione

A Corto di Donne, 300 corti da 40 paesi in concorso

(CFN) POZZUOLI – Si terrà dal 18 al 21 giugno la prossima edizione, l’ottava, di A Corto di Donne la rassegna di cortometraggi firmati da autrici di varia nazionalità. Dalle oltre 300 opere giunte da 40 paesi sono 39 le opere selezionate che saranno sottoposte alla valutazione delle quattro diverse giurie, una per ogni categoria: animazione; documentari; fiction; sperimentale.

Le giurie tecniche, formate da esponenti del mondo del cinema e della cultura, e le giurie Giovani, composte da studenti degli istituti superiori flegrei, assegneranno il premio al miglior cortometraggio per ciascuna delle quattro categorie in cui è articolato il festival: animazione; documentari; fiction; sperimentale. Un premio speciale sarà attribuito al miglior cortometraggio italiano individuato tra tutti i lavori presentati.
L’iniziativa si terrà presso la Sala Delphin del Complesso Agave e il Polo Culturale di Palazzo Toledo dove è stata presentata.
Le proiezioni si terranno da giovedì a sabato dalle 18 alle 21 circa all’Agave mentre al mattino le iniziative collaterali. Domenica pomeriggio, all’Agave, le premiazioni. Novità di questa edizione sono le proiezioni dei cortometraggi, venerdì mattina, della passata edizione e gli incontri con le registe di sabato mattina.

Ad illustrare l’edizione di quest’anno gli organizzatori: Franco Fumo, assessore alla cultura del Comune d i Pozzuoli, Bruno Buonaiuto, direttore Azienda Autonoma di Cura Soggiorno e Turismo di Pozzuoli, Adele Pandolfi e Giuseppe Borrone, direttori artistici e Rossana Maccario direttrice organizzativa dell’Associazione Culturale A Corto di Donne.

A margine della presentazione piccola parentesi polemica in relazione al patrocinio della Regione Campania che ha rischiato di far andare persi i fondi già acquisiti e desinati, sin dal 2009, alla rassegna e che ha costretto gli organizzatori ad una ingente esposizione economica. Lunedì 15 un incontro fra dirigenti regionali e l’assessore Franco Fumo dovrebbe derimere definitivamente la questione garantendo le adeguate coperture finanziarie all’iniziativa.(CFN)

Questi i corti in concorso:

Categoria Animazione
JAMM’ JA’, di Francesca Cerisano (Canada / 2014 / 1’)
INVERNO E RAMARRO, di Julia Gromskaya (Italia / 2013 / 3’ 30’’)
PUPA, di Ivana Juric (Croazia / 2014 / 8’)
FONGOPOLIS, di Joanna Kożuch (Slovacchia / 2014 / 13’)
LABORATORIUM, di Natalia Nguyen (Polonia / 2015 / 8’)
FROM THE EASTERN LANDS, di Sarah Tabibzadeh (Iran / 2015 / 5’)

Categoria Documentari
NIENTE SOGNI DAGLI SCONOSCIUTI, di Simona Cappiello e Virginia Spada (Italia / 2014 / 11’)
SUPERUNIT, di Teresa Czepiec (Polonia / 2014 / 20’)
MARRICORD, di Maria Manfredi (Italia / 2014 / 20’)
IT LOOKS PRETTY… BUT!, di Rana Mattar (Palestina / 2013 / 6’)
JE TE LE RAPPELLE, TU T’EN SOUVIENS, di Valérie Osouf (Francia / 2014 / 18’)
ZIMA, di Cristina Picchi (Russia – Francia / 2013 / 11’ 30’’)

Categoria Fiction
DIETRO UN GRANDE UOMO, di Michela Andreozzi (Italia / 2014 / 15’)
ILLEGAL, di Cecilia Brianza (Italia / 2014 / 1’)
IL QUADERNO, di Valentina Capone (Italia / 2015 / 8’)
DRIVING WITH MONOLOGUE, di Roberta De Paoli (Italia / 2014 / 14’)
YO, PRESIDENTA, di Arantxa Echevarrìa (Spagna / 2015 / 18’ 40’’)
DAS ALTE BÖSE WIR (The bad old us), di Lily Erlinger (Germania / 2013 / 28’)
LA TERZA RIVA, di Giuliana Fantoni (Italia / 2015 / 18’ 50’’)
EN AOÛT, di Jenna Hasse (Svizzera / 2014 / 9’ 40’’)
ISTRUZIONI PER L’USO, di Manuela Mancini (Italia – Regno Unito / 2014 / 6’ 47’’)
THE GUARD, di Nora Niasari (Australia / 2013 / 4’ 48’’)
AHLEM (SOGNI), di Alessandra Pescetta (Italia / 2014 / 18’)
CORDELIAS, di Gracia Querejeta (Spagna / 2014 / 25’ 36’’)
LA RAGAZZA E LA GONDOLA, di Abbé Robinson (Regno Unito – Italia / 2013 / 11’ 42’’)
DUE PIEDI SINISTRI, di Isabella Salvetti (Italia / 2015 / 6’)
FAHR MIT UNS ZU LINDA (Drive with us to Linda), di Jasmin Schädler (Germania/2014 /11’30’’)
NOT TODAY, di Christina Sivolap (Ucraina / 2014 / 18’ 45’’)
LA BUENA FE (Follow the instructions), di Begoña Soler (Spagna / 2014 / 17’)
MUR, di Andra Tévy (Francia / 2014 / 17’ 30’’)
A CASA, di Valentina Tomada (Italia / 2015 / 14’ 44’’)
COFFEE BREAK, di Céline Tricart (USA / 2014 / 6’)
BALLKONI, di Lendita Zeqiraj (Kosovo / 2013 / 20’)

Categoria Sperimentale
IL MIO CORPO A MAGGIO, di Matilde De Feo (Italia / 2014 / 1’ 10’’)
THIS IS NOT A HORROR MOVIE, di Silvia De Gennaro (Italia / 2015 / 6’ 24’’)
SOPRA ELEVATA, di Emanuela Liverani (Italia / 2013 / 5’ 39’’)
STUDY NO. 1 HUMANITY, di Sara Montironi (Italia / 2014 / 3’ 57’’)
TRACCE NASCOSTE, di Filomena Rusciano (Italia / 2014 / 5’ 17’’)
LOST IN A GLASS OF WATER, di Cinzia Sarto (Italia / 2013 / 2’ 06’’)