Asl Napoli 2 Nord, con gli screening nel 2017 diagnosticati 94 casi di tumori precoci al colon
La sede dell'Asl Napoli 2 Nord a Monterusciello

Asl Napoli 2 Nord, con gli screening nel 2017 diagnosticati 94 casi di tumori precoci al colon

(CFN) POZZUOLI – A 94 persone è stato diagnosticato precocemente un tumore al colon retto asintomatico, grazie allo screening proposto nel 2017 dall’asl Napoli 2 Nord. Nei dodici mesi trascorsi, infatti, i medici di famiglia dell’asl hanno distribuito a 46630 loro pazienti in età compresa tra i 50 e i 69 anni il kit per individuare il sangue occulto nelle feci. Tra i 26852 campioni restituiti dai pazienti, 2367 sono risultati positivi evidenziando la necessità di un ulteriore approfondimento mediante colonscopia; i nuovi esami hanno rivelato la presenza di polipi in 204 casi e di tumori già radicati in 94 casi.
Dice il Direttore Generale dell’asl Napoli 2 Nord Antonio D’Amore: “Ci conforta sapere che grazie al percorso di screening proposto 94 persone che non avevano alcun sintomo sono state operate per tumore al colon retto e che, data la precocità della diagnosi, avranno più possibilità di esito favorevole. Su questo territorio non era mai stata fatta alcuna campagna di prevenzione per il cancro del colon retto, ragion per cui era immaginabile che emergesse un numero di diagnosi di tumore superiore rispetto a quello atteso su un campione di popolazione di questo genere. Questi risultati ci incoraggiano, tutte le evidenze scientifiche ci dicono che stiamo perseguendo la strada maestra per combattere il cancro al colon. D’altro canto ritengo che questi risultati siano la miglior pubblicità per promuovere l’adesione allo screening presso i cittadini: aderire allo screening può significare salvarsi la vita.”
Alcuni tra i 94 pazienti cui è stato diagnosticato precocemente il tumore al colon retto grazie alla campagna di screening hanno inviato lettere di ringraziamento all’azienda per averli invitati a sottoporsi ad esami che altrimenti non avrebbero mai fatto.
Per la campagna di screening del tumore del colon retto, infatti, nel 2016 erano stati consegnati solo 1806 kit contro gli oltre 46.000 del 2017, facendo così registrare un incremento di oltre il 2500% in un anno. Tale successo è dovuto alla scelta dell’asl di valorizzare i 740 Medici di Famiglia, il cui ruolo è stato centrale nel promuovere la campagna e nel supportare il paziente nelle diverse fasi diagnostiche e terapeutiche sia presso gli ospedali dell’asl Napoli 2 Nord, sia presso l’Istituto Pascale con cui l’azienda ha stretto un accordo di collaborazione nello scorso luglio.
In base a quanto evidenziato dal Registro Tumori dell’asl Napoli 2 Nord, il tumore del Colon retto è tra i più diffusi sul territorio dell’Azienda, qualificandosi come il secondo più diffuso tra le donne e il quarto più diffuso tra gli uomini. Nei tre anni compresi tra il 2010 e il 2012 sono stati circa 1600 (il 12% dei 13792 nuovi pazienti oncologici) i cittadini residenti sul territorio dell’ASL Napoli 2 Nord cui è stata diagnosticata questa patologia.(CFN)