Flash News

Atto intimidatorio ai danni della redazione di un giornale puteolano on line

Vetro rotto(CFN) Pozzuoli – Atto intimidatorio compiuto la notte scorsa ai danni della sede puteolana della redazione del giornale locale on line “Cronaca Flegrea”. Ignoti hanno tentato di sfondare la porta d’ingresso danneggiandone i vetri blindati. Intatti serratura e lucchetti. I carabinierri tendono ad ipotizzare un atto vandalico a scopo intimidatorio. Uno dei redattori, Angelo Greco, ha dichiarato che “Prima di oggi non si erano mai verificati episodi tali da metterci in allerta. L’atto, come è stato messo in essere, appare di matrice intimidatoria.”. “Un precedente ritengo non collegato al fatto accaduto la notte scorsa – dice il direttore Gennaro Del Giudice – è quello di alcuni giorni fa quando due persone spacciando si per tencini dei condizionatori sono venuti in redazione e poi se sono andati portandosi via il cellulare di una collaboratrice che in quel momento era in redazione a lavorare e che solo dopo si è accorta del furto. Tutto ciò – continua Del Giudice – non fermerà il nostro lavoro. All’autore di questa vigliaccata dico che non siamo spaventati e che continueremo a scrivere e denunciare come sempre abbiamo fatto fino ad oggi!”.
Una visita inaspettata quanto strana che sembrerebbe essere un “sopralluogo” fatto da chi evidentemente aveva intenzioni diverse.
Fatto è che i carabinieri hanno avviato delle indagini per risalire agli autori del gesto.
Ferma condanna e solidarietà sull’accaduto sono giunti all’editore, al direttore ed alla redazione del giornale da Assostama Flegrea, l’associazione di giornalisti che da alcuni mesi ha ripreso le proprie attività proprio per far in modo che i giornalisti che operano nei Campi Flegrei possano sentirsi cautelati così come è successo lo scorso anno al direttore dello stesso giornale che fu querelato dopo aver reso noto il contenuto di un comunicato stampa arrivato in redazione da parte dei carabinieri di Pozzuoli, che riportava la notizia del sequestro di un terreno sulle sponde del lago per la presenza di due manufatti costruiti da questi abusivamente. La querela oltre a non aver avuto un seguito in quanto inconsistente sembro ai più un tentativo d’intimidazione verso chi, evidentemente, nel rendere nota la verità aveva svolto il proprio lavoro.
All’editore di “Cronaca Flegrea”, al direttore e a tutta la redazione piena vicinanza e solidarietà per quanto subito. (CFN)