Bacoli, dissesto più vicino

Bacoli, dissesto più vicino

(CFN) BACOLI – Il dissesto sembra essere più vicino per Bacoli. La neo amministrazione targata Picone venerdì 21, in udienza presso la sezione campana della Corte dei Conti, ha tentato il tutto per tutto, opponendosi al provvedimento notificato lo scorso 7 luglio al neo sindaco, aggiungendo nuove controdeduzioni alla manovra di riequilibrio presentata precedentemente dall’amministrazione Della Ragione. La Corte dei Conti “ha comunicato il diniego del Piano di riequilibrio finanziario pluriennale del Comune di Bacoli valutando la non congruenza ai fini del riequilibrio” si legge nella comunicazione giunta stamane in via Lungolago.
Il neo-sindaco G. Picone ed il neo-assessore F. Benincasa avevano già presentato le loro controdeduzioni alla Procura contabile – si legge in una nota diffusa dal PD bacolese –,  avevano sostenuto il 21/07 una difficile udienza alla Sezione campana della Corte, e sono da stamattina riuniti, insieme al PD ed a tutti i gruppi di maggioranza, per trovare soluzioni alternative e difendere i beni pubblici. Soluzioni che tutte le forze politiche possono avanzare: fatevi avanti, siamo tutt’orecchi!” conclude la nota.
Intanto stesso stamattina è stato convocato un Consiglio comunale per sabato 29 luglio che vede, ovviamente come punto all’ordine del giorno proprio il possibile dissesto.
L’Ente ha solo 30 giorni per proporre ricorso. Qualora ciò non dovesse accadere oppure, se il ricorso dovesse essere rigettato o non accolto, la parola passerebbe al Prefetto che avrebbe 20 giorni per dichiarare il dissesto finanziario. A ripianare l’Ente sarà poi un “organo straordinario di liquidazione” che provvederà a individuare ed alienare i beni. 
Una corsa contro il tempo che vede l’amministrazione Picone alle prese con uno dei momenti più difficili nella storia del comune flegreo.(CFN)