BACOLI/ Forza Italia attacca il sindaco: "Fondi Europei per il Wi-Fi è stato suggerito da noi, Della Ragione dica la verità"

BACOLI/ Forza Italia attacca il sindaco: “Fondi Europei per il Wi-Fi è stato suggerito da noi, Della Ragione dica la verità”

Riceviamo e pubblichiamo

(CFN) BACOLI – Bravo Sindaco! Complimenti per il tempismo e per la tua capacità camaleontica che ti porta ad essere sempre il numero uno nella sottile arte della simulazione e dissimulazione! Giusto per correttezza e onestà intellettuale (per inciso, queste parole per noi sono davvero significative e non le usiamo tanto per riempirci la bocca) siamo costretti a precisare che la tua scaltrezza nel captare fondi europei per lo sviluppo del territorio in realtà non esiste, è semplicemente indotta, per così dire, da un suggerimento o meglio da una precisa e puntuale segnalazione protocollata dal gruppo consiliare di Forza Italia Bacoli. Per gli increduli e per quanti ahinoi sono assuefatti e narcotizzati dalla tua funambolica destrezza nel distorcere la realtà, ricostruiremo la vicenda così come è accaduta.
In data 12 settembre i consiglieri Antonio Carannante e Gianluca Schiano protocollano a loro firma una nota indirizzata al Sindaco, prot. n. 21876, in cui lo informano della possibilità di partecipare ad un bando della Commissione Europea denominato “WiFi4E” per avere un buono di 15.000 euro finalizzato all’istallazione di apparecchiature Wifi negli spazi pubblici, attuativo degli obiettivi tematici per l’accesso alle TIC dei cittadini; naturalmente, spinti dallo spirito di proficua collaborazione e nell’ambito di una opposizione collaborativa, la segnalazione è inviata prontamente per far in modo che l’amministrazione abbia il tempo di accedere al bando prima della scadenza fissata per il 20/09/2019 ore 17.00; in data 19 settembre alle 20.49, quindi dopo sette giorni dalla segnalazione n. 21876, il Sindaco chiama il consigliere Carannante per dirgli che già era a conoscenza del bando di cui sopra e già aveva predisposto gli atti per accedervi. Davvero?! Da non credere! Una domanda però sorge spontanea: come mai il caro Sindaco aspetta 7 giorni prima di dire che già sapeva del bando? Perché non ha esplicitato prima questa conoscenza? Le risposte ci sembrano tristemente ovvie: il nostro caro Sindaco non aveva idea del bando della Commissione Europea, ne viene a conoscenza grazie ai consiglieri forzisti, si affanna nel far preparare gli atti per partecipare al bando e prima che si venga a conoscenza che i consiglieri forzisti sono artefici della scoperta del bando europeo, si affretta a annunciarlo in grande stile al popolo di Facebook. Primo al traguardo!
Caro Sindaco, lasciaci dire due cose: primo, siamo contenti che hai preparato gli atti per partecipare ad un bando che potrebbe portare a Bacoli un vantaggio; secondo, la prossima volta abbi almeno la correttezza politica di ammettere che l’opposizione ti ha dato un suggerimento prezioso. Sai, ringraziare, dare il merito a chi legittimamente compie un atto giusto non ti toglierebbe niente, anzi ti renderebbe più credibile e maturo anche agli occhi dei tuoi detrattori e soprattutto ti porterebbe a fare politica in modo costruttivo e proficuo per il paese.
Ci auguriamo che in futuro abbandonerai queste maniere da vecchia politica chiusa e meschina e approderai a una politica incentrata sulla leale cooperazione tra le parti per il Bene Comune. (CFN) 

Forza Italia Bacoli