Flash News

Bagnoli e Città della Scienza, trovato l’accordo…forse
Vista di Città della Scienza e di parte dell'area ex Italsder da bonificare

Bagnoli e Città della Scienza, trovato l’accordo…forse

(CFN) NAPOLI – Si è tenuto nella tarda mattinata di oggi a Roma un incontro al Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione economica con rappresentanti del Mise, del Ministero delle Infrastrutture, dell’Ambiente, della Regione Campania, del Comune di Napoli, della Provincia di Napoli e di Citta’ della Scienza – Fondazione Idis per trovare una soluzione che porti all’accordo di programma quadro, la cui firma è saltata mercoledì scorso, per la ricostruzione di Citta’ della Scienza e del protocollo di intesa per la riqualificazione di Bagnoli. Lo schema dell’accordo di programma dovrà essere approvato nelle Giunte di Regione Campania, Comune di Napoli e Provincia di Napoli, per poi essere portato alla firma la prossima settimana ai rappresentanti del Governo. “Ricostruiremo Citta della Scienza ed avvieremo le bonifiche. dichiara il presidente della Regione Campania Stefano Caldoro – Come sempre manterremo gli impegni. Abbiamo due priorità, andremo fino in fondo con determinazione e senza rinunciare alla collaborazione istituzionale. Dal canto suo il sindaco di Napoli Luigi De Magistris chiarisce che “dobbiamo tutelare la ricostruzione di luoghi feriti da mano criminali e bonificare finalmente un territorio ferito, salvaguardando la salute cittadini. Dobbiamo anche ricostruire la spiaggia, stiamo recuperando tempo prezioso…” ed ancora dichiara: “Stiamo lavorando – ha detto – perché si trovino i soldi per bonificare tutta l’area Coroglio-Bagnoli, servono tutte le risorse necessarie per fare questa operazione, quelle che le parti che firmano si impegnano a trovare.”. Il vice sindaco di Napoli, da Roma, presente alla riunione tenutasi presso il Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione economica, si dichiara soddisfatto dell’incontro di oggi. “I documenti, che nei prossimi giorni saranno sottoscritti dalla Regione Campania, dalla Provincia di Napoli, dal Comune di Napoli, dalla Fondazione Idis-Città della Scienza e dai rappresentanti del Governo, recepiscono infatti l’importanza della ricostruzione di Città della Scienza in tempi più rapidi possibili e, al tempo stesso, la bonifica del sin Bagnoli-Coroglio. Il tema della bonifica è tornato ad essere oggetto dell’attenzione nazionale ed in particolare del governo, come merita la questione della tutela della salute e dell’ambiente in un territorio che ha già pagato un prezzo altissimo. Questa attenzione viene confermata dalla stipula di un documento ad hoc, dedicato al tema della bonifica del sin, che verrà sottoscritto da tutti i soggetti interessati contestualmente all’accordo per la ricostruzione di Città della Scienza.”. Adesso non resta che le Giunte di Regione e Provincia approvino lo schema di programma elaborato e concordato per poi sottoporlo al Governo. Solo dopo si potrà dire se l’area della ex Italsider sarà bonificata e la Città della Scienza recuperata e rilanciata.(CFN)