Basket, al PalaErrico la Virtus Pozzuoli incontra l’ostica Olimpia Matera
Mariano Gentile coach della Virtus Pozzuoli

Basket, al PalaErrico la Virtus Pozzuoli incontra l’ostica Olimpia Matera

(CFS) POZZUOLI – Prossima avversaria della Virtus Bava Pozzuoli è l’Olimpia Matera che sabato 30 novembre, alle ore 19:00, approderà al Palazzetto “Errico” per cercare di dare continuità alle quattro vittorie consecutive, l’ultima delle quali ottenuta nella scorsa giornata di campionato contro la Virtus Arechi Salerno battuta 79-71.
Quella lucana è una squadra ostica e abituata, da anni, a militare nella parte alta della classifica, infatti, non si smentisce nemmeno in questa stagione essendo terza a 14 punti, ma condividendo la posizione con la Pallacanestro Nardò. C’è un buon mix di giovani ed esperti a formare la squadra: tra i primi, certamente, Antonio Fabrizio Smorto, guardia classe ’95, proveniente dal Basket Bisceglie e che quest’anno ha raggiunto una media di 12 punti a partita e un totale di 108 punti realizzati. La regia è affidata ad un giocatore esperto, ossia al play Lorenzo Panzini, classe 1990, anche la sua media è in doppia cifra con 12.4 punti a partita. Ancora un esperto fa da guardia sottocanestro, si tratta del centro Marcelo Dip, ex Juvecaserta 2018/2019, la cui carriera è molto lunga e di rilievo: Omegna, Montegranaro, Eurobasket Roma, Pescara tra le tante. Quest’anno ha messo a segno 122 punti, ha totalizzato una media di 13.6 punti e un miglior punteggio di 25. Il miglior marcatore di squadra, invece, è Gints Antrops, ala piccola classe 1982, arriva dal Basket Corato e in questa stagione ha raggiunto una media di 15.1 punti a partita e un best di 24 punti.
Dall’altra parte c’è la Virtus Pozzuoli che ha l’amaro in bocca per la sconfitta subita sabato scorso contro la Luiss Roma, con il punteggio di 84-80, al termine di una gara piuttosto equilibrata e sfuggita dalle mani solo nel minuto finale. Si cercava di dare continuità alla vittoria contro Scauri, ma adesso è tutto da rifare, con il vantaggio, però, di affrontare una formazione insidiosa in casa propria. Sarà necessaria grande concentrazione: all’esperienza, alla fisicità e alla tecnica degli ospiti bisognerà opporre l’intensità, la velocità e la grinta che una formazione giovane e compatta come Pozzuoli potrà e dovrà portare in campo durante la prossima gara.(CFS – Martina Costantino)