Basket: completati i roster  e convocati subito dopo ferragosto per esordire il 29 settembre

Basket: completati i roster e convocati subito dopo ferragosto per esordire il 29 settembre

(CFS) POZZUOLI – A poco meno di un mese dall’inizio della preparazione atletica per la maggior parte delle squadre impegnate nel campionato di serie B Old Wild West 2019/2020, che prenderà avvio domenica 29 settembre, la Virtus Pozzuoli può già farsi un’idea delle avversarie e del calendario degli incontri che la vedranno protagonista. Per le formazioni campane è stato confermato l’inserimento nel girone D che quest’anno sarà composto da 7 formazioni laziali: Formia, Scauri, Cassino, Valmontone, Palestrina, Luiss Roma e Stella Azzurra; 4 campane: Salerno, Pozzuoli, Avellino e Partenope Sant’Antimo; 4 pugliesi: Corato, Bisceglie, Ruvo di Puglia e Nardò ed infine una lucana, ossia Matera. Come si vede si tratta di un girone un po’ diverso rispetto alla scorsa stagione e che, se da un lato sarà sicuramente meno costoso per quanto riguarda le trasferte, dall’altro, con l’inserimento delle formazioni pugliesi, potrebbe diventare decisamente più ostico visto l’alto livello cestistico della regione.

Analizziamo le varie formazioni proprio partendo dalla Puglia e, a dimostrazione di quanto appena detto, partiamo dalla Pallacanestro Nardò cioè dalla squadra rivelazione della stagione 2018/2019, quella che, contro tutti i pronostici, è riuscita ad eliminare la super favorita Caserta al primo turno dei play off. È una squadra che la Virtus Pozzuoli ha già affrontato ai tempi degli incroci play off in serie C, una squadra che ha sempre portato in campo un cuore enorme, come quello del pubblico che la segue ovunque: in casa facendo tremare il Pala Andrea Pasca e in trasferta sempre con un seguito cospicuo. Durante lo scorso campionato Nardò è arrivata ottava in classifica e, dopo aver sconfitto i bianconeri, è stata a sua volta eliminata dai play off ad opera della Pallacanestro Pescara, ma la società è già all’opera per allestire, anche quest’anno, un roster estremamente competitivo che potrebbe riservare sorprese anche maggiori rispetto all’impresa compiuta al Pala Decò. Anche Bisceglie e Corato sono due formazioni che hanno avuto accesso ai play off 2018/2019 accedendovi, rispettivamente, in quinta e settima posizione per poi essere eliminate ai quarti: la prima dall’Olimpia Matera, la seconda dalla Pallacanestro Palestrina. Quanto a Ruvo di Puglia, si tratta della neo promossa dalla serie C gold e che al momento ha ingaggio Matteo Bini, ala ex Virtus Pozzuoli.

Dalla Puglia passiamo al Lazio che quest’anno farà scendere in campo ben 7 formazioni, una in più rispetto alla scorso anno, vista l’aggiunta della neo promossa Formia e della retrocessa Cassino e nonostante la mancanza della Tiber Roma che ha venduto il titolo di serie B optando per l’iscrizione alla serie C gold. Nei mesi precedenti alle iscrizioni ai campionati nella regione della capitale, ci sono stati non pochi problemi a livello economico per le varie formazioni, problemi che hanno anche fatto mettere in dubbio la partecipazione alla terza serie del basket Scauri che lo scorso anno ha comunque disputato una stagione dignitosa classificandosi decima e ottenendo una salvezza sicura. Quanto a Cassino, come anticipato, è la squadra retrocessa dalla serie A2 Ovest dove lo scorso anno ha disputato la sua prima stagione dopo la promozione dalla B, pagando, quindi, il pegno che tocca a quasi tutte le neo promosse che sono costrette ad affrontare un primo anno sempre molto difficile sotto vari punti di vista. Trattandosi di una formazione che ha già “assaggiato” una serie superiore non ci si meraviglierebbe se, quest’anno, disputasse una stagione top con l’obiettivo di una promozione. Nuova, ma non troppo è la formazione targata Stella Azzurra che ha sostituito Hsc Roma e che, con buone probabilità, porterà in campo una squadra composta da moltissimi giovani tra i quali potrebbe anche nascondersi qualche punta di diamante come è solito della società. Tra le vecchie conoscenze, invece, la Luiss Roma , altra formazione solitamente sempre molto giovane, ma molto competitiva e sempre pronta a lottare per l’accesso ai play off, proprio come lo scorso anno: arrivata settima in classifica con 34 punti è stata, poi  eliminata ai quarti da Chieti. Altra laziale è la Virtus Valmontone che nella scorsa stagione ha lottato fino all’ultimo per poter evitare i play out alla quale, però ha comunque preso parte, ma da dodicesima e riuscendo a battere 3-0 Catania. Ultima, ma assolutamente non per importanza, la Pallacanestro Palestrina che anche per questa stagione vedrà alla guida tecnica coach Francesco Ponticiello riconfermato dopo l’ottima stagione passata: seconda classificata a 4 punti da Caserta e arrivata fino a gara cinque della finale play off, sconfitta da San Severo. Con tutta probabilità anche quest’anno sarà una di quelle squadre che militerà nella parte alta della classifica anche se, per il momento, la squadra è ancora in gran parte da allestire.

Uno sguardo veloce all’Olimpia Matera, prima di passare alle campane, sottolineando che anche per i lucani l’iscrizione al campionato 2019/2020 è stata in bilico visti alcuni problemi economici riguardanti la sponsorizzazione, ma, alla fine, tutto sembra essersi risolto per il meglio e si attende la composizione del roster di una formazione che, lo scorso anno, ha svolto un buon lavoro arrivando quarta in classifica e alla semifinale play off eliminata, poi, da San Severo. Gli obiettivi societari di quest’anno non sono ancora noti, però, trattandosi di una compagine storica, non bisognerà assolutamente sottovalutarla.

La Campania, invece, è protagonista con 4 squadre: in primis la Virtus Arechi Salerno, forse, allo stato attuale l’avversaria più temibile, tendendo conto sia delle ottime stagioni disputate in passato, tra cui citiamo solo la passata terminata durante la finale play off con il passaggio alle final four della Pallacanestro Pescara, sia del roster che la società sta allestendo per l’anno 2019/2020. Da una candidata alla promozione in A2 si passa ad una neo promossa, ossia la Pallacanestro Partenope Sant’Antimo che non ha la minima intenzione di farsi trovare impreparata dopo il salto di categoria, infatti, sta formando una squadra che sembra essere un ottimo mix di giocatori di esperienza e di giovani di talento, insomma ci sono tutti gli ingredienti per qualche sorpresa della nuova arrivata. Da una neo promossa si passa alla storia, storia chiamata Scandone Avellino che ha chiesto e ottenuto la doppia auto retrocessione dalla massima serie in seguito a delicate vicende societarie che, ancora oggi, rendono incerto il futuro societario e poco definiti gli obiettivi per il prossimo campionato. Si arriva, quindi, alla Virtus Pozzuoli che ha completato la sua formazione allestendo una squadra per poter essere stabilmente in una posizione media della classifica in modo tale da ottenere una salvezza sicura, obiettivo che quest’anno non sarà permesso mancare.

Anche per la stagione 2019/2020 il campionato della Virtus Pozzuoli prenderà avvio con una gara casalinga e restano invariati giorno e ora delle gare interne, sabato alle 19, come di consueto. L’esordio per il secondo anno in serie B, stando al calendario provvisorio, è fissato per sabato 28 settembre quando ospite al palazzetto “Errico” sarà la Virtus Cassino, la prima trasferta, invece, sarà quella di domenica 6 ottobre contro la Virtus Valmontone.(CFS – Martina Costantino)