Basket: in attesa dell’ultimo ed imminente acquisto per la Virtus Pozzuoli, in serie B ferve il mercato

Basket: in attesa dell’ultimo ed imminente acquisto per la Virtus Pozzuoli, in serie B ferve il mercato

(CFS) POZZUOLI – In attesa dell’ufficialità del ripescaggio in serie B della Virtus Basket Pozzuoli, che dovrebbe essere ufficializzata dopo il prossimo Consiglio Federale in programma per martedì 16 luglio, e della comunicazione degli effettivi gironi, le varie società sono ampiamente impegnate nella formazione dei roster. Allo stato attuale delle cose le campane partecipanti al campionato di serie B dovrebbero essere cinque: Virus Arechi Salerno, SC Juve Caserta, Virtus Pozzuoli, Partenope Sant’Antimo e Scandone Avellino.

Partendo dalla Virtus Arechi Salerno si inizia con il cambio di guida tecnica, non più Orlando e Mario Menduto, ma Giovanni Benedetto come capo allenatore e Adolfo Parrillo in qualità di assistant coach. Il primo, nato a Reggio Calabria, ha un curriculum di tutto rispetto vanta, infatti, esperienze con Recalcati e quattro promozioni negli ultimi anni: Latina nel 2009, Trapani nel 2011, Matera nel 2013 e Cento nel 2018. Ad affiancarlo ci sarà uno degli allenatori storici della pallacanestro campana, coach Adolfo Parrillo, originario di Airola (BN), dove ha iniziato la sua esperienza come capo allenatore, si sposta, poi, a Santa Maria a Vico. Non nuova la sua esperienza con il presidente Renzullo con il quale ha già collaborato con la Nuova Pallacanestro Sarno e che adesso rincontra con la Virtus Arechi Salerno. Si passa alle riconferme: quelle di Diomede, Tortù, Leggio e Czumbel. Il play Manuel Diomede ha rinnovato il contratto con i salernitani fino al 2021, la società ha investito molto su di lui viste le ottime prestazioni dello scorso anno chiuso con una media di 15 punti a partita. Altro membro fondamentale nella formazione passata, e per questo con i colori salernitani ancora per un’altra stagione, Lorenzo Tortù ala classe ’93 che ha fatto registrare una media di circa 14 punti e 8 rimbalzi a partita oltre ad aver avuto il ruolo di secondo miglior marcatore dopo Diomede. Confermato anche il centro Leggio dopo già due stagioni in maglia Arechi nell’ultima delle quali ha toccato un massimo punteggio di 33 punti e una media di 12. Ultima riconferma, almeno per il momento, quella di Mark Czumbel, guardia classe ’00, i cui numeri sono stati molto interessanti con le giovanili dell’Aquila Trento e che quest’anno ha dimostrato una grande crescita cestistica nonostante sia stato costretto a terminare anticipatamente la sua stagione a causa di un infortunio in gara due finale play off contro Pescara. Dopo le riconferme si passa agli acquisti, ossia il play napoletano Carlo Cantone proveniente da Omegna, ma con esperienze anche a Cento, Orzinuovi, Matera, Latina e Scafati.

La neo promossa Partenope Sant’Antimo, invece, ha confermato in panchina coach Enzo Patrizio dopo il trionfo dello scorso anno al termine di un brillante campionato conclusosi con ben 28 vittorie su 30 e la tanto cercata e meritata promozione in B. Al suo fianco ci sarà un altro allenatore esperto, il tecnico Stefano Scotto Di Luzio che ha iniziato la sua carriera con il Napoli Basket dei tempi d’oro facendo da assistente a Piero Bucchi. Sempre da assistente ha avuto contratti con la Phard Napoli e la Pallacanestro Pozzuoli dove ha svolto anche il ruolo di capo allenatore nella stagione 2012-2013. Nello scorso anno ha collaborato fino a gennaio con la Dike Napoli. Le conferme del roster dello scorso anno sono due: Luca Izzo, play classe ’95 con alcune esperienze in serie B e in A2, e Giuseppe Luongo centro del 1991 che nella scorsa stagione in C ha raggiunto una media di 9 punti a partita e che ritorna in serie B dopo Bisceglie e Maddaloni. Tra i nuovi acquisti per la Partenope Sant’Antimo si può parlare di veri e propri colpi di mercato con l’ingaggio della guardia Tommaso Carnovali che nella passata stagione è stato il miglior marcatore della Viola Reggio Calabria con 408 punti realizzati e una media di circa 13 a partita e che annovera nel suo curriculum anche esperienze in serie A2 sia con la stessa formazione calabrese, ma anche con Treviglio e Ferentino. Anche il centro della formazione neo promossa sarà un elemento di categoria, si tratta di Ferdinando Matrone, 210 cm ed esperienza di due anni in serie A2 con Dinamo Cagliari Academy. Originario della Campania, torna nella sua terra dopo aver vestito già la maglia di Scafati, dove ha iniziato a giocare, Maddaloni e Napoli nell’anno della promozione in A2. Un altro campano a vestire la maglia sarà Biagio Sergio ala forte ex Decò Caserta, un tassello importantissimo per la squadra visti i trascorsi con Siena, Maddaloni, Scafati, Cassino e Milano e che porterà in campo tutta la sua esperienza oltre alla sua innata capacità di fare gruppo. Ultimo acquisto in ordine di tempo è quello di Giovanni Gambarota che quest’anno si è diviso tra Battipaglia e Capo D’Orlando dove ha raggiunto una media di circa 12 punti a partita.

Da una neo promossa ad una piazza storica come quella della Juve Caserta che non ha ancora chiaro il proprio destino in quanto è la seconda nella lista delle possibili ripescate in serie A2, dopo San Severo. Nel frattempo il roster è stato in gran parte allestito: la guardia/ala brasiliana, con formazione italiana, Dimitri Sousa arriva direttamente dalla Fortitudo Agrigento (serie A2), dove ha raggiunto una media di circa 8 punti a partita in poco meno di 17 minuti di utilizzo. Sotto canestro ci sarà Paolo Paci, centro classe 1990 proveniente dalla Virtus Arechi Salerno dove ha prodotto una media di 9 punti a partita e ha raggiunto quota 100 rimbalzi. Tra le sue esperienze ci sono anche campionati della categoria superiore tra cui Omegna, Roseto e Jesi. I successivi due acquisti provengono dalla Pallacanestro Orzinuovi, trattasi del miglior marcatore Turel guardia che ha raggiunto 507 punti realizzati e una media di circa 12, oltre ad avere numerose esperienze in serie A2, in particolare: Cagliari, Chieti, Agropoli e Treviglio. L’altro è, invece, Tommaso Bianchi play classe 1996 la cui media lo scorso anno è stata di 9 punti fino ad arrivare ad un miglior punteggio realizzato di 22 punti. Il play titolare, sarà, invece, l’italo-argentino Nicolas Manuel Stanic che nella scorsa stagione ha vestito la maglia della Cestistica San Severo totalizzando una media di circa 12 punti a partita e un miglior punteggio di 28 punti. Ulteriore senior bianco nero sarà Ivan Morgillo ala/centro classe 1992 cresciuto cestisticamente a Napoli, nelle stagioni 2013/2014 e 2014/2015 siede sulla panchina della Scandone Avellino per poi passare in serie B, fino allo scorso anno trascorso a Fabriano e concluso con una media di 10 punti. A guidare la storica formazione casertana c’è coach Nando Gentile, un volto storico nella Reggia del basket sul cui parquet ha vissuto stagioni di gloria cestistica, mentre, al suo fianco i riconfermati assistenti Fabio Farina e Federico D’Addio.

Nel campionato di serie B 2019/2020 quasi certamente ci sarà un’altra squadra storica che fino alla scorsa stagione era protagonista della massima serie, la Scandone Avellino, infatti, a seguito di problemi economico/giuridici del presidente De Cesare, è stata costretta a chiedere la doppia auto retrocessione pur di salvare la società. La sua ammissione alla serie B dovrebbe essere quasi certa, ma ancora non si conosce il progetto che attueranno gli irpini così come ci sono dubbi sul girone nel quale la Federazione deciderà di inserirli visto che, stando alle voci di corridoio, ci potrebbero essere delle variazioni rispetto alle composizioni dello scorso anno. Quelle che interessano le squadre campane dovrebbero essere due: Avellino probabilmente nel girone A con Piemonte, Toscana e Sicilia, mentre le restanti campane dovrebbero far parte del girone D con Lazio, Puglia e Basilicata.(CFS – Martina Costantino)