Basket, la nuova Virtus Pozzuoli ai nastri di partenza
Nacca, Lurini, Tredici, Picarelli, Savoldelli, Tomasello, Marchini, Bordi, Iaccarino, Errico

Basket, la nuova Virtus Pozzuoli ai nastri di partenza

(CFS) POZZUOLI –  La Virtus Pozzuoli intraprende la strada verso in suo secondo anno in serie B con un volto abbastanza rinnovato, tra poche riconferme e molte nuove conoscenze. La guida tecnica sarà affidata ancora a coach Mariano Gentile, che quest’anno avrà la possibilità di guidare la squadra fin da inizio campionato, e al suo vice Paolo Pepe riconfermato nel suo ruolo per il terzo anno consecutivo. Il roster, invece, è quasi completamente cambiato con ben otto nuovi innesti a cui si sommano le riconferme del capitano Salvatore Errico e dei giovani del vivaio puteolano: Mehmedoviq, Denadic, Di Domenico e Iaccarino. L’intenzione di cambiamento della società è stata dichiarata già pochi giorni dopo aver inoltrato la richiesta di ripescaggio e, tenendo fede a quanto detto, la Virtus Pozzuoli si è presentata allo start della nuova stagione con il roster rinnovato e già completamente composto in modo da poter lavorare fin da subito con una visione di squadra piuttosto definitiva.

A disposizione di coach Gentile, volto nuovo in casa Virtus, c’è in primis Daniele Tomasello, centro di 205 cm classe ’93, è stato uno dei primi ingaggi per compensare a quella che lo scorso anno è stata la mancanza più evidente, ovvero un centro titolare con esperienza. In carriera Tomasello può vantare molti campionati di serie B tra cui due stagioni con Eurobasket Roma, poi a Campli, Teramo, Giulianova e lo scorso anno a Bisceglie. Le sue percentuali nella stagione 2018/2019 contano 321 punti realizzati, una media di 10.7 a partita, un best di 17 punti e una media rimbalzi di 7 a partita.

Sempre da Bisceglie arriva anche Gianluca Tredici, ala piccola classe 1992 di 198 cm. Lo scorso anno ha terminato la stagione con 318 punti, una media di 10.6 a partita e un best di 24 punti. Il suo curriculum spazia tra esperienze di serie B e serie C: tre stagioni a Cerignola, prima, invece, Agropoli, Benevento, Trapani, Megaride Napoli e Pianura.

Il nuovo play gialloblu, invece, sarà Nicola Savoldelli, classe ’97, arriva dalla Fiorentina Basket dove lo scorsa stagione ha realizzato 276 punti e raggiunto una media di 8.6 a partita con un best di 21 punti. Nonostante la giovane età, può già vantare un paio di campionati di serie A2, con Rieti e Treviglio, mentre in serie B ha giocato con Stella Azzurra e Valsesia.

Come guardia è stato scelto Davide Marchini, classe ’95, lo scorso anno con Porto Sant’Elpidio ha totalizzato 465 punti, una media di 14.5 a partita e un miglior punteggio di 26 punti. Altre esperienze in serie B sono state quelle con il Green Basket Palermo, il Don Bosco Livorno e il Francavilla Fontana.

Altro senior aggregato al roster è la guardia-ala Andrea Picarelli, classe 1996, lo scorso anno ha militato in serie A2 con la Dinamo Cagliari chiudendo la stagione a quota 87 punti. Scuola Olimpia Milano, vanta anche presenze in serie A con la Dinamo Sassari, mentre altre esperienze in serie A2 sono state quelle con Jesi.

Anche per quanto riguarda gli under ci sono novità, infatti, anche per questa categoria ci sono volti nuovi.

Niccolò Lurini, è un’ala piccola forte classe ’00, che lo scorso anno ha militato in serie B e con la formazione U18 Eccellenza con il San Vendemiano, inoltre sempre diviso tra campionati giovanili e prima squadra, ha fatto parte del roster della Mens Sana Siena maturando un’esperienza in serie A2.

Massimiliano Bordi, ala piccola classe ’99, arriva dalla Pallacanestro Fabriano, è stata la sua prima esperienza fuori dalla Campania, mentre, in carriera ha vestito anche la maglia del Napoli Basket in serie A2 durante la stagione 2017/2018, mentre in serie C quella di Megaride Basket Napoli.

Elpidio Nacca, invece, guardia classe 1998, lo scorso anno si è notevolmente messo in mostra con il Basket Casapulla (C gold) chiudendo la stagione come miglior marcatore di squadra con ben 455 punti realizzati, una media di 21.7 a partita e un best di 32 punti. Oltre ad essere stato il miglior realizzatore dei suoi, è arrivato secondo nella classifica generale dei marcatori, ma preceduto da un americano.

Ancora giovani, ma questa volta riconferme come Fatih Mehemdoviq, centro classe ’00, con i suoi 205 cm sarà il cambio perfetto di Daniele Tomasello avendo, così, la possibilità di migliorare ancora come ha già dimostrato di saper fare. Lo scorso anno ha dimostrato una grande crescita chiudendo la stagione a quota 129 punti.

Lo stesso dicasi anche per Strahinja Denadic e Valerio Di Domenico, giovani cresciuti tra le fila della Virtus Pozzuoli e supporto necessario per dare fiato ai titolari.

Un giovanissimo che farà parte del roster è Ferdinando Iaccarino, ala classe 2001, il più piccolo del gruppo, ma che può vantare di aver già conquistato una promozione in B, infatti, era aggregato alla prima squadra anche durante la stagione 2017/2018. Ferdinando ha scelto Pozzuoli dopo aver partecipato al campionato U16 Eccellenza con la Scandone Avellino durante il campionato 2016/2017, dopodiché si è sempre diviso, con la Virtus Pozzuoli, tra prima squadra e campionati giovanili. Anche lui, come i già menzionati giovani del vivaio, è un’interessante scommessa a cui la società crede molto.

A fare da collante l’immancabile capitano, e dire capitano a Pozzuoli significa fare un solo nome: Salvatore Errico. Questa sarà la sua ottava stagione consecutiva in maglia Virtus, la maglia della sua città che anche lo scorso anno ha perfettamente onorato realizzando, nonostante un lungo periodo di stop per problemi fisici, 244 punti con una media di 8.7 e un best di 19 punti. Nessuno meglio di lui avrebbe potuto ricoprire il ruolo di capitano, non solo in quanto è stato l’unico titolare riconfermato, non solo per le sue origini puteolane, ma anche perché, nonostante sia classe 1990 quindi perfettamente in linea con la media di una serie B, sarà il più “anziano” della nuova Virtus Pozzuoli e avrà, per questo, anche il compito da fare da guida ad un roster molto giovane per il quale dovrà essere il punto di riferimento.(CFS – Martina Costantino)