Basket, la Virtus ufficialmente in B. Primaradio continuerà a seguire gli incontri in esclusiva

Basket, la Virtus ufficialmente in B. Primaradio continuerà a seguire gli incontri in esclusiva

(CFS) POZZUOLI – Ufficializzato dalla Fip il ripescaggio della Virtus Basket Pozzuoli in serie B e con il roster flegreo rafforzato da altri due ingaggi di categoria, non resta che attendere la comunicazione della divisione in gironi delle partecipanti al campionato di serie B Old Wild West 2019/2020 per conoscere le avversarie delle aquile puteolane.

Primaradio, l’emittente a cui fa capo anche Campi Flegrei News, continuerà anche per il prossimo campionato a seguire gli incontri casalinghi e non della Virtus: il direttore della Virtus Fulvio Palumbo e l’editore Gino Conte hanno rinnovato il sodalizio soddisfatti del lavoro svolto, risultati sportivi a parte.

Intanto, tra le campane e non solo, i movimenti di mercato sono tanti nel caldo luglio, mese da sempre fondamentale per la formazione delle squadre.
Restando nella nostra regione, continuano ad incrementare il roster sia la Partenope Sant’Antimo, sia la Virtus Arechi Salerno: la prima con gli ingaggi di Gambarota e Provenzani, la seconda con l’arrivo di Gallo. Partendo proprio da quest’ultimo, Antonio Gallo è un giovane play classe ’00 di origine partenopea e proprio a Napoli ha esordito cestisticamente disputando partite con le formazioni giovanili targate Vivi Basket per poi passare in serie C silver con Megaride, arrivando fino ad indossare la divisa del Napoli Basket in serie A2 nella stagione 2017/2018. Lo scorso anno è arrivata la sua prima esperienza in serie B con il Basket Scauri dove ha chiuso la stagione a 227 punti realizzati, con una media 7.6 punti a partita ed un miglior punteggio realizzato di 19 punti, dimostrando, così, di essere un under promettente su cui scommettere ed investire, proprio come ha deciso di fare la Virtus Arechi Salerno. Altro giovane certamente promettente, anche lui playmaker, è Vincenzo Provenzani, neo ingaggio della Partenope Sant’Antimo. Classe ’99, Provenzani è un giocatore cresciuto nel vivaio Stella Azzurra Roma, da dove è poi passato, nella stagione 2017/2018 al Basket Scauri chiudendo il campionato a 374 punti con una media di 11.7 punti a partita. Dopo il primo anno in serie B, complice la promozione dell’Alfa Basket Catania, la sua Sicilia lo chiama e proprio con la formazione catanese il giovane ha continuato la sua carriera migliorando i suoi numeri, concludendo la passata stagione a 427 punti con una media di 12.9 punti a partita ed un miglior punteggio di ben 24 punti, cifre piuttosto interessanti per un giovane ventenne al suo secondo anno in serie B. Ancora in casa Partenope arriva anche Giovanni Gambarota, ala classe ’89, che nello scorso campionato si è diviso tra Battipaglia e Capo D’Orlando dove i suoi numeri registrano un totale di 265 punti realizzati e una media di 12.6 a partita.

Tra le incognite riguardanti la composizione dei prossimi gironi vi è quella riguardante la possibilità di un accoppiamento delle squadre campane con quelle pugliesi e allora bisogna tener d’occhio anche i movimenti di queste formazioni soprattutto quando si tratta dell’arrivo di un giocatore ben noto a Pozzuoli, Matteo Bini, infatti, ha firmato per l’anno 2019/2020 con la neo promossa Ruvo di Puglia. L’ala forte ex Virtus Pozzuoli arriva in Puglia con alle spalle la sua migliore stagione in carriera, dopo le esperienze in serie B con Pescara e San Severo, Matteo ha chiuso la stagione in Virtus a quota 383 punti realizzati e con una media di 11.6 punti a partita.

Tra i temi discussi al Consiglio Federale di martedì 16 luglio c’è stato anche quello riguardante l’ammissione o meno della neo promossa Amatori Pescara al campionato di serie A2. Dopo il parere negativo espresso dalla Com.Te.C, la Federazione ha approvato la richiesta di ripescaggio della Juve Caserta che, salvo un ricorso accolto da parte degli abruzzesi e con i documenti in regola da presentare entro il 23 luglio, potrà partecipare al campionato di serie A2 2019/2020.(CFS – Martina Costantino)