BASKET/ Virtus, parla Tredici: “Ai tifosi prometto che questa squadra non mollerà mai”

BASKET/ Virtus, parla Tredici: “Ai tifosi prometto che questa squadra non mollerà mai”

di MARTINA COSTANTINO

(CFS) POZZUOLI – Tanti volti nuovi sono arrivati a comporre il nuovo roster della Virtus Bava Pozzuoli, ma chi ama e segue il basket campano di tutte le categorie difficilmente non avrà sentito parlare di Gianluca Tredici, la nuova ala forte a disposizione di coach Mariano Gentile. Napoletano doc, “ovviamente” dice lui, Gianluca ha iniziato la sua carriera cestistica proprio nella sua terra, dapprima, nella stagione 2009/2010, con Pianura in serie D e poi ancora con la stessa formazione, l’anno successivo, in serie C. Dopo un anno a Trapani, è ritornato nella sua Campania militando sempre in serie C con Benevento ed Agropoli.

MOTIVAZIONI La stagione 2019/2020 lo vedrà partecipare per la prima volta al campionato di serie B con una squadra della sua terra, della sua provincia se vogliamo essere più precisi, e questo potrebbe rappresentare sicuramente una motivazione in più per Gianluca che ha iniziato la preparazione pre-campionato con grande grinta: “Personalmente ho molto entusiasmo perché torno a casa dopo tanti anni e poi mi è piaciuto molto il progetto di Pozzuoli: una squadra giovane, competitiva,talentuosa e che vuole ben figurare”. Torna a casa dopo tanti anni Gianluca Tredici che a partire dalla stagione 2015/2016 fino alla 2018/2019 è stato praticamente adottato dalla Puglia dove ha indossato per tre stagioni consecutive la casacca dell’Udas Cerignola, raggiungendo anche la promozione in B e partecipando a detto campionato per la prima volta proprio con quei colori. Poi, lo scorso anno, con i Lions Bisceglie sempre in serie B dove ha terminato il campionato a quota 318 punti realizzati e con una media di 10.6 a partita e un best di 24 punti.

IL RITORNO A CASA Nonostante una lunga assenza da casa ed dopo essersi fatto molto apprezzare sulla riviera adriatica, Gianluca non ha esitato un attimo ad accettare la proposta della Virtus Pozzuoli sentendo il forte interesse della società nei suoi confronti: “Ho scelto Pozzuoli perché è stata la prima ed anche la più convincente proposta, ma anche per il fatto che la società mi ha voluto fin dall’inizio, appena finito il campionato. Notando il forte intesse della società nei miei confronti ed essendo a casa, pur avendo altre proposte, non ci ho pensato due volte”. Sembra essere anche soddisfatto e contento della scelta fatta, dice di aver avuto sensazioni positive durante questo primo periodo di allenamento e di conoscenza dei componenti della squadra e dello staff, tutto sembra fargli piacere, dal gruppo che si sta formando al metodo di lavoro del tecnico Gentile che, essendo campano, già conosceva: “Le sensazioni sono molto, molto positive sia per i ragazzi che si sono subito immersi nel nuovo ambiente, magari cosa un po’ più difficile per chi proviene da un’altra città, sia per quanto riguarda coach Gentile che ho visto allenare varie squadre già quando ero piccolo e mi piace molto il suo modo duro di allenare. Sono molto contento di tutto”.

LA VOGLIA DI VINCERE Il tecnico Mariano Gentile ha scelto lui in quanto ha notato delle caratteristiche particolari che lo rendono un giocatore versatile da poter utilizzare sia sotto canestro sia da esterno, un giocatore atipico e quindi difficile da gestire per gli avversari e se sentiamo dalla sue parole che tipo di giocatore è e che basket gli piace giocare quanto detto dal capo allenatore è più che confermato: “Mi piace un basket molto aperto, fatto di letture. Sono un giocatore atipico in quanto sono spesso utilizzato come centro, ma sono un centro con la testa di un esterno perché mi piace tirare da tre, mi piace attaccare in palleggio anche se fisicamente faccio parte della categoria dei lunghi”. Approfittando del suo lungo soggiorno in Puglia e della sua conoscenza delle squadre di quella regione, abbiamo cercato di capire cosa dovrà aspettarsi la Virtus Pozzuoli per quanto riguarda quelle formazioni visto che il girone D 2019/2020 presenta, come novità, l’inserimento di Corato, Ruvo di Puglia, Bisceglie e Nardò: “Credo che la più forte sia una di quelle affrontate in amichevole, ovvero Bisceglie, la mia ex squadra, poiché hanno fatto un ottimo roster, hanno degli ottimi under, già presenti lo scorso anno, sono under di livello, pronti. È una società molto organizzata e credo che quest’anno vogliano arrivare fino alla fine. In linea generale le pugliesi sono state sempre squadre ostiche, hanno palazzetti sempre molto caldi con un gran numero di tifosi, quindi non sarà mai facile andare a vincere lì”. Dopo questa chiacchierata con lui gli abbiamo chiesto cosa promette i tifosi e Gianluca si è mostrato particolarmente sicuro nel promettere in primis l’impegno suo e di tutto il gruppo concludendo: “Ai tifosi prometto che questa squadra non mollerà mai, saranno tutte partite difficili, ma vedranno una squadra che sicuramente lotterà fino all’ultimo minuto”. (CFS)