Basket| Virtus, Savoldelli: “dobbiamo portare a casa più punti possibile affinché a Pozzuoli ritorni il basket com’era una volta”

Basket| Virtus, Savoldelli: “dobbiamo portare a casa più punti possibile affinché a Pozzuoli ritorni il basket com’era una volta”

(CFS) POZZUOLI – Punta tutto sui giovani la Virtus Pozzuoli 2019/2020 che ha deciso di affidare la regia di squadra ad un giovanissimo play classe ’97, Nicola Savoldelli, in uscita dalla Fiorentina Basket con la quale ha giocato la passata stagione totalizzando 276 punti, una media di 8.6 a partita e un best di 21 punti. Nella sua carriera cestistica ci sono esperienze in serie B con Stella Azzurra e Valsesia, mentre in serie A2 ha vestito la maglia di Rieti e Treviglio, inoltre Nicola ha anche fatto parte del roster della nazionale italiana giovanile. Lui stesso ci ha raccontato le esperienze precedenti sottolineando soprattutto l’orgoglio di rappresentare l’Italia e quanto tutto ciò lo abbia fatto crescere e maturare: “Indossare la maglia azzurra è prima di tutto un onore, credo che sia per tutti così. Per quanto riguarda le esperienze a livello più alto è sempre bello mettersi in mostra, si tratta comunque di campionati di un’altra categoria nei quali hai a che fare con giocatori americani, vedi proprio com’è il basket in tutto il mondo. Per quanto riguarda la scorsa stagione, invece, devo dire che cestisticamente mi ha fatto crescere tanto perché abbiamo fatto diverse esperienze, è stato un anno non facilissimo più che altro perché eravamo sempre in palestra a lavorare. A livello personale sono cresciuto anche fuori dal campo come uomo, poi vivere in una città come Firenze era una cosa bellissima, ma Pozzuoli non è da meno, nonostante abbia visto ancora poco, me ne sono già accorto da una passeggiata sul lungomare ”.
Nicola Savoldelli è stato tra i primi ingaggi della Virtus Pozzuoli, fortemente voluto da coach Mariano Gentile che ha visto in lui un giocatore piuttosto completo a livello offensivo, un giovane talentuoso in grado sia di tirare da fuori sia di attaccare il ferro e proprio il forte corteggiamento della società lo ha portato ad accettare subito la proposta come spiega lui stesso: “Quando ho ricevuto la proposta di Pozzuoli mi sono confrontato prima di tutto con il mio procuratore e lui mi ha sempre parlato bene di Pozzuoli dandomi una prima motivazione, poi ho sentito il coach Gentile ed è soprattutto grazie a lui se oggi sono qui”.
Le aspettative non sembrano averlo deluso, infatti si dice molto soddisfatto delle prime settimane di preparazione sia per quanto riguarda la squadra e il coach sia per il contorno: “La squadra è molto giovane e, secondo me, con molto talento. Dovremo giocare partita dopo partita per portare a casa dei punti e, pensando una partita alla volta, arriveranno anche le soddisfazioni. Il coach è bravissimo, ha molta fiducia in tutti noi e secondo me potremmo fare davvero bene”.
Far bene, questo l’imperativo della stagione 2019/2020, questo il monito della Virtus Pozzuoli e di ciascun componente a partire da Savoldelli che ha tutte le intenzioni di far tornare nella città flegrea il basket ad alto livello: “Gli obiettivi sono quelli di portare a casa più punti possibili affinché a Pozzuoli il basket ritorni com’era una volta”.(CFS – Martina Costantino)