"Bocca dei Pisciarelli" accessibile, emessa ordinanza d'interdizione con video-sorveglianza della municipale

“Bocca dei Pisciarelli” accessibile, emessa ordinanza d’interdizione con video-sorveglianza della municipale

(CFN) POZZUOLI – Il comune di Pozzuoli corre ai ripari e emette un’ordinanza con la quale istituisce l’interdizione formale e fattuale  dell’area della “Bocca dei Pisciarelli” della Solfatara. Un dispositivo che l’amministrazione ha deciso di prendere anche per quello che accadde il 12 settembre dello scorso anno con la morte della famiglia veneta, padre, madre e figlio per le esalazioni solfuree. Ma anche da accertamenti del 12 settembre scorso, condotti direttamente dal Responsabile del Servizio Protezione Civile e Sicurezza del Territorio del comune di via Tito Livio,  dove sono emerse condizioni di scarsa e inefficace interdizione alle aree in cui ricade la predetta “Bocca dei Pisciarelli” ad Agnano con il conseguente possibile accesso ed esposizione ai pericoli sia per la pubblica che per la privata incolumità.

IL PERICOLO Un’ordinanza che arriva però in netto ritardo. Considerato che proprio in quella zona il rischio per l’incolumità delle persone è reale e consegue a possibili e non escludibili fenomeni di improvviso aumento dell’attività vulcanica con lanci di inerti e fenomeni incontrollabili che potrebbero coinvolgere curiosi che dovessero avvicinarsi troppo alla Bocca dei Pisciarelli. Per questo motivo il comune ha previsto “presidi stabili e duraturi non escludendo anche la sorveglianza e la videosorveglianza a garanzia della prescritta interdizione che, attraverso i social ed articoli di stampa è palesemente violata in dispregio della ordinanza numero 14537 del 15 ottobre 2010“. Il sindaco Figliolia per questo ha interdetto la chiusura di ogni possibile accesso all’area dentro il complesso del Tennis Hotel che si trova a ridosso della Bocca dei Pisciarelli e ha disposto anche la tenuta sorvegliata dei varchi per garantirne l’inviolabilità.

VIDEO SORVEGLIANZA DELLA POLIZIA MUNICIPALE Tutto questo anche con un sistema di video sorveglianza che dovrà essere collegato alla centrale operativa della polizia municipale di Pozzuoli. Inoltre, le barriere dovranno essere posizionate a non meno di trenta metri dal perimetro della zona attiva del vulcano. L’amministrazione ha intimato il tutto alla proprietà del Tennis Hotel dove rientra appunto la Bocca dei Pisciarelli. “Se questi non provvedano nei tempi assegnati dall’ordinanza – si legge nella nota dell’amministrazione -. Il Comune provvederà in proprio e in danno dei proprietari affidando ad una propria ditta di fiducia l’incarico finalizzato all’esatto adempimento intimato. L‘importo presunto dei lavori ascende a 50mila euro salvo quanto potrà risultare dalla contabilità finale dei lavori che saranno affidati“. L’amministrazione ha inviato l’ordinanza alla Prefettura di Napoli, al comando provinciale dei Vigili del Fuoco, all’Osservatorio Vesuviano e a tutte le forze dell’ordine. (CFN)