Bradisismo, nuova scossa, caldera in ascesa e aumento dell’attivitá della fumarola di Pisciarelli

(CFN) POZZUOLI – Ore 11:24, la terra trema ancora una volta a Pozzuoli. Questa volta l’epicentro é a mare, al largo el lungomare di Via Napoli, fra Pozzuoli e Bagnoli, a tre chilometri di profonditá, la magnitudo 1,6: roba di poco conto per chi da anni convive con il bradisismo.
La scossa é stata avvertita distintamente dalla popolazione, sia a Pozzuoli che a Bacoli.
Da mesi la caldera dei Campi Flegrei é in ascesa, 0,7 centimetri al mese, siamo in allerta gialla e il tutto “rientra nella normale attivitá e non c’é da allarmarsi” fanno sapere dall’Osservatorio Vesuviano che monitora da anni h24 il fenomeno.
Intanto, da settimane si assiste ad un aumento dell’attivitá della fumarola di Pisciarelli: i valori sono nella media é solo salita di qualche grado la temperatura ed aumentata la pressione: anche questa é sorvegliata speciale.(CFN)