Flash News

Cinema, “Voti” di Carlo Guitto in anteprima al Teatro La Perla di Napoli
"Voti" di Carlo Guitto - alcuni interpreti del film

Cinema, “Voti” di Carlo Guitto in anteprima al Teatro La Perla di Napoli

(CFN) NAPOLI – Si terrà venerdì 24 gennaio 2014, dalle ore 19.00, presso il cinema La Perla di Napoli, l’anteprima pubblica di “Voti”, esordio alla regia cinematografica dell’attore napoletano Carlo Guitto.
Protagonisti del cortometraggio, oltre allo stesso Guitto, affermati interpreti della scena artistica partenopea: Salvatore Cantalupo, Benedetto Casillo, Michele Gentile, Enzo Gragnaniello, Davide Marotta, Enzo Moscato, Ida Rendano, Maria Luisa Santella, Valentina Stella. Il film si avvale inoltre della prestigiosa partecipazione degli attori Egidio Carbone, Enzo Casertano, Agostino Chiummariello, Ciro D’Errico, Pasquale Ioffredo, Enzo Perna, Anna Troise.
Al termine della proiezione, incontro-dibattito con il regista, il cast tecnico e gli interpreti del film. Ingresso libero, fino ad esaurimento posti.

Carlo Guitto - regista

Carlo Guitto – regista

Ambientato alla vigilia delle elezioni amministrative, in un paese in provincia di Napoli in cui si respira un clima isterico, “Voti” utilizza uno stile grottesco e visionario per denunciare la degenerazione del sistema politico italiano. Attraverso la storia di Marco, un over-trentenne imbranato e insicuro, ossessionato, come tanti altri della sua generazione, dalla mancanza di opportunità lavorative e da un futuro sempre più avaro di buone prospettive, il cortometraggio di Carlo Guitto affronta in chiave satirica e paradossale il fenomeno tristemente attuale del voto di scambio e della perdita di credibilità dei partiti politici.
Il film, prodotto dalla Compagnia Teatrale Enzo Moscato in collaborazione con Rio Film, e con il supporto dell’associazione Enart e della società Napoli Centro Storico, nasce dall’esigenza di mettere in luce uno spaccato di società odierna nelle fasi salienti della vita politica locale. Una sorta di indagine socioculturale tesa a carpire le evoluzioni o le involuzioni dei cittadini nei confronti della politica. Il paradosso e il grottesco diventano quotidianità, dove l’osservatore perde quasi la concezione del reale. L’arte intesa quindi come strumento di elaborazione dei meccanismi sociali in chiave ironica, talvolta comica.

Voti - una scena del film

Voti – una scena del film

Da sempre incuriosito dal teatro di ricerca e sperimentale, Carlo Guitto approda professionalmente all’attività teatrale alla fine degli anni ’90, quando entra a far parte della compagnia del drammaturgo napoletano Enzo Moscato, di cui diverrà in seguito uno dei più stretti collaboratori. Al suo attivo numerosi ruoli teatrali e cinematografici, con partecipazioni nei film “Il resto di niente”, di Antonietta De Lillo, “Tatanka”, di Giuseppe Gagliardi, “Noi credevamo”, di Mario Martone e nell’imminente serie televisiva “Gomorra”.(CFN da CS)