Flash News

Coppa, il Napoli batte la Roma ed è in finale con la Fiorentina
L'esultanza di Higuain per la qualificazione

Coppa, il Napoli batte la Roma ed è in finale con la Fiorentina

(CFN) NAPOLI – Il Napoli si è qualificato alla finale della Coppa Italia battendo per 3-0 la Roma al San Paolo. Gli azzurri sono riusciti a ribaltare la sconfitta per 3-2 subita all’andata all’Olimpico, grazie alle reti di Callejon al 33′, con un colpo di testa preciso su un gran cross di Maggio dalla destra, Higuain al 48′, sempre con un colpo di testa ben piazzato, e Jorginho al 51′, con un tocco con l’esterno a evitare De Sanctis. Partita perfetta per la squadra di Benitez, con la prima rete in maglia azzurra di Jorginho, il ritorno di Maradona al San Paolo, accanto a De Laurentiis, e la rivincita sulla Roma, che quest’anno aveva vinto tutte e due le sfide giocate contro i partenopei, rispettivamente 2-0 in campionato e 3-2 in Coppa Italia, entrambe all’Olimpico. Il Napoli passa dunque in finale di Coppa Italia, dove troverà la Fiorentina, che ieri sera ha battuto 2-0 l’Udinese al Franchi, ribaltando così la sconfitta per 2-1 maturata al Friuli. La sfida si terrà il prossimo 3 maggio all’Olimpico di Roma, nel frattempo il Napoli deve riprendere la sua marcia in campionato, dove domenica sfiderà il Sassuolo, e in Europa League, dove il 20 febbraio sfiderà lo Swansea City in trasferta nella sfida valida per l’andata dei sedicesimi. Da segnalare anche gli ingressi in campo di Behrami, Insigne e Henrique, rispettivamente al posto di Hamsik, Higuain e Jorginho, e l’espulsione di Strootman, per le proteste successive ad un’ammonizione ricevuta dopo un fallo su Callejon. Per il Napoli partita perfetta anche in fase difensiva: il reparto arretrato azzurro ha interpretato alla grande la partita contro una grande squadra, concedendo pochissimo ai giallorossi e gestendo sempre alla grande ogni situazione, risultando imbattuta, cosa rarissima per gli azzurri in questa stagione. Gioia particolare anche per Higuain, sempre più protagonista, che ha messo a segno il gol del 2-0, numero 18 in stagione, sotto gli occhi di Diego Armando Maradona, con il quale ha un rapporto straordinario ed è stato anche allenato dal Pibe de Oro in Nazionale, partecipando al Mondiale del 2010. Altri trascinatori per gli azzurri sono risultati, tra i tanti, Callejon, molto dinamico e reattivo come sempre, arrivato a quota 14 centri stagionali, e Reina, sempre preciso nei rinvii ed autore di parate difficili quanto importanti, in particolare quella a inizio primo tempo che stava per costargli un infortunio. (CFN)