Flash News

Donne e potere, in un libro di Corsi e Toma al Salotto Culturale Cerino

Donne e potere, in un libro di Corsi e Toma al Salotto Culturale Cerino

(CFN) POZZUOLI – Si intitola “Donne e potere in Italia e nel Mondo” il libro scritto a quattro mani da Ermanno Corsi e PietroAntonio Toma e che sarà presentato venerdì pomeriggio, alle 18, presso il Salotto Culturale Cerino in via Cesare Augusto a Pozzuoli.
 donne-al-potere-2
Parteciperanno il direttore Alessandro Rocco, l’assessore comunale alla Cultura di Pozzuoli Luisa De Simone, Sara Petricciuolo della III municipalità e Rosaria Maccario esperta di cortometraggi. Interverranno i due autori Ermanno Corsi e Piero Antonio Toma, mentre il cantautore Lino Blandizzi eseguirà canzoni e musiche legate al contenuto del libro.
Tra allucinanti tragedie che hanno devastato il mondo e stupefacenti progressi della tecnica e della scienza, le donne sono diventate, a partire dal secondo Novecento, attivamente partecipi e protagoniste di un nuovo modo di vivere la società a livello internazionale. Il processo di emancipazione ha spinto sempre più indietro vecchie culture che, congiuntamente alle tre religioni monoteiste, separavano uomini e donne. Tempi ormai lontani. L’altra metà del cielo in molte nazioni si è sostituita all’uomo, spesso superandolo in rendimento, anche per la trasformazione dei processi produttivi affidati sempre meno alla forza muscolare e sempre più al valore dell’intelligenza e della professionalità, nonché alla capacità di proiettarsi nel futuro.
Un campo che tradizionalmente si riteneva di esclusivo appannaggio maschile, era quello della politica. Significativo il caso Italia: appena 21 le donne elette nel ’46 all’Assemblea Costituente dopo il Referendum istituzionale, oggi sono quasi alla pari con gli uomini avendo conquistato posizioni ministeriali, istituzionali e di vertice molto significative – da Tina Anselmi prima donna ministro nel 1976 alle tre presidenti della Camera dei Deputati Irene Pivetti, Nilde Iotti (anche candidata ufficialmente nel1992 alla Presidenza della repubblica) a Laura Boldrini, all’attuale Governo formato per metà da donne ministro. Progressivo e costante l’avanzamento nelle professioni (in Magistratura le donne sono il 55 percento), nel mondo dell’economia, dell’Università, del Sindacato, della Diplomazia e della Pubblica Amministrazione.(CFN)