Flash News

Elezioni, Agnano ha la sua sindaca, è Bruna

Elezioni, Agnano ha la sua sindaca, è Bruna

(CFN) POZZUOLI – Si chiama Carmela Pempinelli, per gli amici Bruna, ed ha ottenuto 598 preferenze di cui 358 nelle sole tre sezioni 66 (104), 67 (107) e 68 (117) di Agnano Pisciarelli. Giallo invece per le 120 preferenze ottenute nella sezione 69 di Monteruscello che sembra le siano state attribuite erroneamente. Apparterrebbero a Mimmo Pennacchio. A questo proposito è stato inoltrato un ricorso che qualora fosse accolto riconoscerebbe alla Pempinelli solo 478 preferenze totali.
Bruna Pempinelli ha concentrato la sua campagna elettorale in quel sempre dimenticato fazzoletto di terra fra Pozzuoli e Napoli che si chiama, appunto, Agnano Pisciarelli. Territorio che  ama e con il quale ha stipulato un impegno/contratto:
Ho cercato in questi giorni di spiegare con quanta determinazione e caparbietà porterò avanti il mio programma per rivalutare in nostro quartiere – ha dichiarato la giovane candidata -. Ho cercato di conquistare la Vostra fiducia, dimostrando ciò che seppur poco, é stato fatto. Ho cercato di entrare nel vostro cuore aprendo il mio per spiegare che il mio solo fine è il bene di tutti Noi. Ho cercato di distogliere le vostre attenzioni da coloro che promettono ma che MAI mantengono. Ho cercato la Vostra forza, perché uniti possiamo farcela. Ho realizzato che possiamo tutti noi essere una grande squadra, io sono con Voi, una di Voi, e tra Noi nessuno merita di entrare.” ha concluso la “sindaca” di Agnano che si appresta a sedere nei banchi del prossimo consiglio comunale.
Questo il manifesto/contratto politico che Bruna ha sottoscritto con il suo territorio:
“Voglio continuare a trattare i temi di sempre, quelli che stanno a cuore al quartiere di Agnano, alle persone delle periferie, ai giovani. Argomenti come la salute ambientale, la riqualificazione urbana, le politiche giovanili, la cultura come fonte di aggregazione, sono al centro della nostra attenzione, mi impegnerò con tutte le mie forze per far si che non siano messi in secondo piano.
Riqualificazione Urbana- Maggiore attenzione alle problematiche dei quartieri periferici; Illuminazione pubblica (ad oggi carente); Manutenzione delle strade e spazi comuni; Creazione di aree verdi per famiglie; Realizzazione arteria stradale via Pisciarelli con via Scarfoglio;
Mobilita – Rilancio del trasporto pubblico urbano e rafforzare quelle esistenti, e ripristinare tratte abolite (P6);
Turismo sostenibile – Unione imprese pubbliche e private che hanno uno scopo comune valorizzare il patrimonio turistico;
Politiche Giovanili – Rafforzare gli strumenti di inclusione, come lo sportello informazioni e il forum dei giovani; Coinvolgimento delle associazioni nei progetti dell’Amministrazione; Monitoraggio costante delle opportunità dei fondi europei per la creazioni di start up e cooperative giovanili;
Ambiente e sicurezza – Monitoraggio costante del territorio, intensificando la lotta agli sversamenti illegali. Bonifica del territorio eliminando il problema amianto; Presenza di sistema di video sorveglianza;
Eventi e cultura – Bisogna creare un calendario di eventi culturali, che valorizzi al massimo le tante compagnie teatrali, le scuole di danza, gli animatori presenti su tutto il territorio. In modo da colorare le periferie con nuove idee e lanciare le eccellenze;
Sport per tutti – Creare consorzi che uniscano le varie associazioni sportive del territorio, affinché con il contributo dell ente pubblico si creino le condizioni per permettere anche alle fasce disagiate di avvicinarsi alle attività sportive.

Alla “sindaca di Agnano”, seppur non eletta, un buon lavoro e un in bocca al lupo per il proficuo lavoro che in ogni caso potrà svolgere a favore di una periferia lasciata da sempre nell’abbandono.(CFN)