Flash News

Figliolia, bilancio di metà mandato buono ma il futuro è in salita

Figliolia, bilancio di metà mandato buono ma il futuro è in salita

(CFN) POZZUOLI – “Dopo due anni e quattro mesi oggi la città è una città diversa. La comunità si è appropriata di tutta una serie di regole“. Ha così esordito il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia nel presentare il proprio bilancio di metà mandato. “Li rivendico con orgoglio – ha continuato – Ma da oggi dobbiamo prodigarci per il futuro che ha una strada in salita” ha concluso. I risultati conseguiti Figliolia li ha elencati tutti: i risultati della raccolta differenziata con il completamento della gara di sei anni ma ha davanti gli “Ambiti” dove il comune avrà un ruolo di primo piano; i progetti PIU Europa con la riqualificazione del centro storico, di via Napoli e con 30milioni di fondi spesi per lavori che saranno completati entro il 2015; il progetto dei Laghi che saranno avviati il nuovo anno e che prevedono la riqualificazione di Arco Felice, da piazza Aldo  Moro a Lucrino per 10milioni di euro; i lavori di riqualificazione di Torre Toledo dove una parte dei lavori saranno terminati prima della prossima stagione estiva; l’avvio del progetto di videosorveglianza del centro storico, via Napoli e via Pergolesi; il WiFi libero; l’avvio di procedure per migliorare l’efficienza energetica dell’impianto di illuminazione stradale; l’assegnazione, dopo anni di incuria ed abbandono, di molti impianti sportivi; l’avvio delle procedure di alienazione del patrimonio; l’avvio del progetto di riqualificazione delle case di Monteruscello con uno stanziamento iniziale di 1milione e 250mila euro; la riqualificazione di piazza Severini e della pista ciclabile di Monteruscello. Ed ancora…il buon stato di avanzamento dei lavori del tunnel di collegamento porto/ via Campana tangenziale che a partire dall’inizio 2015 dovranno proseguire dal versante di via Fasano (che sarà chiusa per un buon tratto per diversi mesi). E per finire…il nuovo “modello” di Ente comunale, che prevede nel prossimo triennio 270 prepensionamenti, con innesto di nuovo e più motivato e qualificato personale; un accordo con il Ministero dei Beni Culturali per la gestione e fruizione di molti siti; la definizione di un “modello” di gestione per il Rione Terra in vista della consegna di altri lotti entro il giugno 2016.
Insomma molte cose fatte, altre in itinere ma molte altre sono ancora le problematiche da affrontare prima di poter dire che “Pozzuoli è una città diversa” per presentarsi, turisticamente, con un buon biglietto da visita.(CFN)

La conferenza stampa integrale