Flash News

Figliolia è del PD oppure no ?
Il Sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia

Figliolia è del PD oppure no ?

(CFN) POZZUOLI – Per l’ennesima volta in pochi mesi un ministro della Repubblica viene a Napoli, va a Pompei, e poi se ne ritorna nelle stanza romane senza fare nemmeno “colazione” a Pozzuoli come fece pur fugacemente la Merkel. Senza degnarsi di andare a vedere cosa negli anni è stato preservato al Rione Terra. Una rocca millenaria che ha dimostrato di conservare ancora tanta storia: molta più di quella che ci ha già rivelato. Sarà perché a Rione Terra, in termini di investimenti per il recupero, non c’è più nulla dopo i miliardi di lire prima e i milioni di euro dopo mentre su Pompei è catalizzata l’attenzione dell’Europa che ha deciso di investire seriamente sul recupero dell’antica città vesuviana. Ma a parte queste riflessioni da bar un dubbio c’è ed è serio. E’ mai possibile che a parte la cancelliera tedesca nessun altro politico sia interessato ad “abbeverarsi” di cultura? Anche in occasione della riapertura della Cattedrale la politica che conta, a parte Caldoro e Bassolino, non si vide nessuno. Nei mesi, prima e dopo le ultime elezioni, nessun esponente politico nazionale si è speso in chiacchiere da queste parti. Neppure del PD. Eppure Pozzuoli con la Giunta Figliolia ne rappresenta una roccaforte. Oppure no! Più volte si è vociferato di una incursione di Renzi piuttosto che di Franceschini ma di entrambi nemmeno l’ombra: che strano! In altri tempi si sarebbero fiondati gongolanti. Ma è il primo cittadino che non li invita e li tiene lontani o, viceversa, si tengono a debita distanza. Che strano! Certo che di cose strane ne stanno accadendo. Ad esempio incontri carbonari fra qualche importante esponente napoletano PD ed alcuni consiglieri. E’ difficile pensare che stiano facendo chiacchiere da bar o incontri di approfondimento enogastronomici. Illustre assente il sindaco Figliolia probabilmente impegnato in questi giorni a risolvere spinosi problemi legati al bilancio di prossima approvazione. Al momento le fila restano serrate in attesa del prossimo consesso cittadino che dovrebbe deliberare poi il rompete le righe per le vacanze ed a settembre la riapertura dei giochi. Allora si che le stranezze verranno al pettine.(CFN)