Flash News

Flegreo, c’è l’Ortigia Siracusa. Ciccariello: “Gara difficile da non sottovalutare”
Teresa Ciccariello in azione

Flegreo, c’è l’Ortigia Siracusa. Ciccariello: “Gara difficile da non sottovalutare”

(CFN) POZZUOLILa sconfitta in casa del Cosenza è ormai acqua passata, in casa Flegreo si pensa ad un pronto riscatto nel match che questa domenica (ore 12) vedrà le gialloverdi ospitare l’Ortigia Siracusa.A Cosenza purtroppo non siamo state capaci di esprimere al meglio il nostro gioco – esordisce Teresa Ciccariello, 25enne difensore del Flegreo -. Non siamo riuscite a prendere in mano la partita e ad indirizzarla come avevamo fatto nei due precedenti match. Sicuramente hanno influito alcune condizioni esterne, in primis il giocare in una piscina all’aperto a cui noi non siamo abituate e poi è risaputo che espugnare il campo del Cosenza è un impresa ardua per tutte le squadre, al momento risulta infatti imbattuta”. In casa gialloverde la salvezza è stata ampiamente acquisita. “La salvezza non è mai stata in bilico, nemmeno quando nel girone d’andata abbiamo passato un brutto periodo in termini di risultati – continua l’ex giocatrice di Gaeta e Volturno -. Eravamo comunque convinte dei nostri mezzi e sapevamo che alla lunga ci avrebbero fatto fare un salto di qualità. Credo che rispetto alle altre squadre paghiamo il fatto di non allenarci tutti i giorni tutte insieme, questo per una squadra è fondamentale, conoscere al meglio il compagno e sapere come si muove in acqua per riuscire a sincronizzarsi ed essere un’unica macchina che si muove all’unisono. Per quanto mi riguarda potrei fare lo stesso discorso precedente, ovvero in questo periodo per impegni personali (studia a Roma ed in procinto di laurearsi), non riesco ad allenarmi a Monteruscello con una certa frequenza e ciò ovviamente influisce in partita, però devo anche dire che se io sto segnando di meno rispetto la passata stagione le mie compagne stanno sopperendo alla grande in questo”. Il prossimo avversario è l’Ortigia Siracusa. “Un match che non dobbiamo sottovalutare perché loro cercano punti in chiave salvezza per cui verranno con la voglia di far bene e giocarsi il tutto per tutto – afferma la Ciccariello -. Noi d’altro canto non dobbiamo abbassare la guardia e rilassarci pensando di essere superiori perche si sa che ogni partita fa storia a se”. Nella sua carriera la Ciccariello ha giocato per ben 10 anni in A2 con il Gaeta e uno in A1 con il Volturno. “Ho avuto le mie soddisfazioni anche se si può aspirare a fare sempre meglio – conclude la giocatrice -, un mio sogno sarebbe quello un giorno di allenare una squadra e vederla crescere trasmettendole l’amore per questo bellissimo sport”. (CFN Sport)