Flash News

Il Monte di Procida sfata il tabù del “Vezzuto Marasco”, battuto 4-3 il Nola!

di GAETANO RUSSO

(CFN) MONTE DI PROCIDA – Il Monte di Procida torna al Vezzuto Marasco per cercare la sua prima vittoria fra le mura amiche, rientrano dalla squalifica i due attaccanti Lucignano e Tizzano, mentre Brusco rientra dall’infortunio che domenica scorsa lo aveva costretto a non giocare. È soprattutto il Monte di Procida a fare la partita nei primi minuti di gioco, al 10’ Costagliola ci prova dalla distanza ma la palla è alta e non impensierisce il portiere ospite. Al 15′ il direttore di gara allontana l’allenatore del Nola Acampora per proteste. Al 21′ è il Nola a sbloccare il risultato, su punizione dai 25 metri si presenta Sasso che fa partire un tiro che si insacca a fil di palo. Ma il Monte di Procida non ci sta e al 26′ su una bellissima triangolazione fra Tizzano e Lucignano si finalizza con la rete del pareggio, Tizzano si impossessa del pallone a centrocampo e lancia Lucignano in profondità che serve di nuovo Tizzano che in diagonale sigla facilmente la rete dell’uno pari. Passano solo 3 minuti e Costagliola dalla metà campo fa partire un lancio millimetrico, Massa stoppa e controlla bene, fa fuori un avversario, si accentra e fa partire un diagonale con la palla che si insacca alle spalle di Spirito, grande è la gioia sugli spalti per la bella giocata dell’esterno che oggi ricopre il ruolo di De Luca ancora alle prese con problemi fisici. Non succede più niente e così la prima frazione si chiude sul 2 a 1 per la squadra di casa. Nel secondo tempo il Monte di Procida sembra contenere bene gli ospiti, facendo il suo solito gioco con una buona rete di passaggi, ma al 55′ Dell’Anno sul suo out destro fa partire un tiro da circa 35 metri che si insacca alle spalle di Costigliola per il 2 a 2. Passano solo 2 minuti e su azione di calcio d’angolo, (tra l’altro ci sarebbe un errore sull’assegnazione della punizione visto che l’ultimo a toccare il pallone era stato proprio un giocatore nolano) di testa svetta il capitano Zero che impatta il pallone fra testa e spalla e sigla la rete del rocambolesco 2 a 3. Al 75′ Illiano compie una serie di mosse che saranno determinanti, fa entrare in campo Coppola, Caputo e Numerato, per Rotta, Mazzarella e Brusco. Proprio all’83’ su un cross dalla destra di Caputo A., anche quest’ultimo da poco entrato, c’è uno svarione difensivo e ne approfitta proprio Coppola per siglare il pareggio di interno destro. Sembra che la partita debba finire in parità, ma non è così perché gli uomini di Illiano hanno voglia di vincere e vengono premiati, Numerato riceve il pallone e lo da Caputo che lo controlla e al volo serve al centro dove si trova proprio Coppola che di nuovo può insaccare il pallone alle spalle di Spirito, così il Vezzuto Marasco può liberare l’urlo dei circa 150 spettatori e la gioia di tutta la squadra. La partita finisce così sul punteggio di 4 a 3 per la prima vittoria stagionale in casa per il Monte di Procida. (CFN Sport)