Flash News

Il Napoli chiude il 2013 con un punto guadagnato

Il Napoli chiude il 2013 con un punto guadagnato

(CFN) Cagliari – Il Napoli di Benitez ha chiuso il suo 2013 pareggiando per 1-1 in casa del Cagliari. Gli azzurri, passati inizialmente in svantaggio a causa di un gol di Nenè al 9′, hanno reagito trovando il pareggio con un calcio di rigore trasformato al 19′ da Gonzalo Higuain, al gol numero 13 in stagione. Da segnalare anche un gran gol al volo di Callejon al 73′, annullato per presunto fuorigioco. Con questo pareggio il Napoli aumenta considerevolmente la distanza dalle prime due della classe, ovvero la Juventus e la Roma, che quest’oggi non sono venute meno al proprio dovere, battendo rispettivamente l’Atalanta per 1-4 a Bergamo e il Catania per 4-0 a Roma. Attualmente la classifica vede la Juventus prima con 46 punti, seguita dalla Roma a quota 41 e dal Napoli che ha 36 punti. Gli azzurri, dunque, sono a -10 dal primo posto dopo 17 giornate. Per ridurre questa distanza bisognerà cercare di acquistare i giocatori giusti a gennaio e perdere il minor numero possibile di partite, a partire dalla partita casalinga con la Sampdoria di Mihajlovic, rigenerata con il tecnico serbo. Con i blucerchiati si aprirà il 2014 del Napoli, il 2013, invece, si è concluso ieri a Cagliari, con un 1-1 amaro e con 79 punti ottenuti da gennaio a dicembre, 43 con Mazzarri in panchina (11 vittorie, 6 pareggi e 2 sconfitte in 19 partite da gennaio a maggio) e 36 con Benitez (11 vittorie, 3 pareggi e 3 sconfitte in 17 partite da agosto a dicembre). In totale, dunque, il Napoli ha disputato 36 partite di campionato nel 2013, ottenendo 22 vittorie, 9 pareggi e 5 sconfitte. Statistiche a parte, a Cagliari gli azzurri hanno mostrato poca qualità, mancando di lucidità e cattiveria ed alla fine, addirittura, hanno anche rischiato di perdere. Una vittoria, probabilmente, avrebbe dato carica alla squadra e ai tifosi, ma la prestazione, indipendentemente dal risultato, è stata molto deludente, ecco perché si spera che a gennaio possano arrivare almeno 3-4 giocatori che diano continuità e completezza alla squadra, per far compiere al gruppo il definitivo salto di qualità che ancora non è arrivato. Da gennaio si tornerà a fare sul serio, in quanto al campionato si aggiungerà la Coppa Italia (il 15 gennaio si giocano gli ottavi contro l’Atalanta al San Paolo) e, a febbraio, anche l’Europa League, con la doppia sfida contro lo Swansea ai sedicesimi. Gli appuntamenti sono per l’andata il 20 febbraio in Galles mentre il ritorno il 27 a Napoli.(CFN)