Intervista all’ex bomber granata Letizia: “Puteolana, domenica sarà una doppia emozione affrontarti”
Tony Letizia con la maglia dei granata nel match dell'anno scorso contro il Grottaglie

Intervista all’ex bomber granata Letizia: “Puteolana, domenica sarà una doppia emozione affrontarti”

(CFN) POZZUOLI Domenica c’è Matera-Puteolana 1902 una sfida delicata per i granata che incroceranno un giocatore che l’anno scorso con i suoi 18 goal permise ai diavoli rossi di salvarsi. Lui Tony Letizia è rimasto nei cuori dei supporters flegrei come nuovo idolo della tifoseria puteolana.

Il bomber in azione con la casacca dei diavoli rossi

Il bomber in azione con la casacca dei diavoli rossi

I RICORDI DELL’ANNO SCORSO “Conservo bellissimi ricordi di Pozzuoli, l’anno scorso per me è stata una stagione fantastica e domenica affrontarla per me sarà una doppia emozione – dice Letizia -. Venivo dal campionato di Eccellenza e questa piazza che mi ha amato e che ho amato mi ha dato l’opportunità di rilanciarmi. Ora mi dispiace che è lì sotto a lottare per salvarsi e so anche che nelle prossime quattro partite si deciderà la salvezza della Puteolana. Sono rimasto in ottimi rapporti e ancora oggi mi sento con il presidente e qualche giocatore. Il ricordo più bello? Sicuramente quando segnai i cento goal in carriera contro il Campania al Conte e, poi, feci anche il 101° goal, in quell’occasione riuscì a strappare il premio partita a Di Marino cosa molto difficile”. Intanto, dopo la bella stagione del passato campionato in questo con il Matera il bomber originario di Secondigliano, finora, ha segnato una sola rete e giocato appena due partite e scampoli di gare. “E’ una stagione in cui gli infortuni mi stanno falcidiando – continua Letizia -. Prima il problema alla caviglia, poi, mi sono fratturato il quinto metatarso del piede e non ultimo il problema al flessore come ebbi l’anno scorso a Pozzuoli. Ma ora ho recuperato e domenica sarà della partita”.

Letizia mentre si prepara per uno scatto verso la porta avversaria

Letizia mentre si prepara per uno scatto verso la porta avversaria

FLEBILE POSSIBILITA’ DI TORNARE E LA VOGLIA DI LEGA PRO Ma, intanto, a dicembre c’è stata anche una flebile possibilità di tornare a vestire la casacca dei granata. “Diciamo che c’è stata una chiacchiera con il presidente Di Marino con una piccola opportunità di ritornare – afferma Letizia -. Ma il presidente del Matera, con il quale c’è una grande stima reciproca, mi disse che mi avrebbe aspettato nonostante l’infortunio e che credeva molto in me e alla fine ho deciso di rimanere e il tutto mi ha dato ragione: ora resta solo a me ritrovare lo smalto e i goal dell’anno scorso. Matera, poi, è una piazza stupenda dove si punta alla vittoria del campionato e dove c’è un gruppo fantastico deve centrare qualcosa di prestigioso. Penso che possiamo farcela anche se ci sono squadre come Marcianise e Taranto che stanno girando a mille ma noi non siamo assolutamente da meno”. Il discorso si sposta, poi, sulla Puteolana di quest’anno. “Non riesco a spiegarmi come è possibile che sia lì sotto in classifica – dice Letizia -. Eppure è composta da giocatori esperti che conoscono bene questa categoria e anche quelle superiori a differenza del gruppo dell’anno scorso. Ciò vuol dire che alla fine il curriculum nel calcio non è determinante. Io venivo da anni di Eccellenza e Promozione e avevo fame di esplodere e farmi conoscere. Però sono certo che si riprenderà, anzi, lo spero tanto”.

In questa foto nel match interno contro il Francavilla della passata stagione

In questa foto nel match interno contro il Francavilla della passata stagione

IL MALINTESO CON I TIFOSI GRANATA Quindi, parla dei tifosi dei diavoli rossi. “Con loro mi lega un buon rapporto – dice Letizia – anche se nella gara d’andata c’è stato un malinteso perché loro volevano che andassi sotto la curva a fine partita. Ma io avevo le stampelle ed avevo la gamba ingessata ed ero impossibilitato e non potevo andare, così mi fecero un coro contro che mi fece rimanere molto male. A volte i tifosi non sanno quello che dicono”. Infine, parla del futuro. “Pozzuoli è una piazza che mi ha dato tanto e mi lanciato – conclude Letizia -. Ora sto benissimo a Matera con cui voglio vincere il campionato. In futuro mai dire mai perché ritornare ad indossare la maglia granata mi farebbe piacere ma ora voglio dare il massimo per ripagare il presidente del Matera della fiducia che ripone in me e per essere promosso in Lega Pro”. (CFN Sport)