Flash News

Ischia Film Festival, da domani cinema, cultura, e relax nell’isola verde
Il Castello Aragonese principale location dell'Ischia Film Festival

Ischia Film Festival, da domani cinema, cultura, e relax nell’isola verde

(CFN) ISCHIA – Parte domani, sabato 28 giugno, Ischia Film Festival la manifestazione cinematografica giunta alla  dodicesima edizione. Per otto giorni, fino a sabato 7 luglio, al Castello Aragonese dell’isola verde sarà possibile assistere a proiezioni e partecipare ad incontri con ospiti di caratura internazionale. La manifestazione, fondata e diretta da Michelangelo Messina, viene realizzata quest’anno con il l’alto Patrocinio del Parlamento Europeo, con l’adesione del Presidente della Repubblica On. Giorgio Napolitano e con il contributo del MiBAC Direzione Generale Cinema e della Regione Campania, Assessorato alla cultura. In lizza 107 opere, fra lungometraggi, documentari e cortometraggi, provenienti da oltre 30 diversi paesi del mondo. Fra queste anche 7 anteprime mondiali e 28 anteprime nazionali. Tutte le sere alle 21 le proiezioni mentre nel pomeriggio gli incontri per “Parlare di cinema” sotto le stelle nel meraviglioso contesto storico\paesaggistico del Castello Aragonese.

Amos Gitai all'Ischia Film Festival

Amos Gitai all’Ischia Film Festival

 Tra i personaggi che interverranno il premio Oscar Bille August, il regista italiano Pupi Avati (presidente di edizione), uno dei massimi esponenti del cinema israeliano, il regista Amos Gitai, l’attore Mattia Sbragia che presenterà al festival la sua opera prima come regista, i registi, Ugo Gregoretti, Davide Ferrario, Alessandro Rossetto, Fabio Mollo, Edoardo Winspeare, Angelo Longoni. L’attore americano Sean Kanan, famoso per l’interpretazione di Deacon nella nota serie Beautiful. Direzioni FestivalLa giuria che decreterà i vincitori di questa edizione è composta dal direttore della fotografia Arnaldo Catinari, il documentarista Roland Sejko, l’attore Giovanni Esposito e lo scenografo di origini francesi Jean Manuel Martinez.
Durante la kermesse vi è inoltre una sezione mercato con la ‘Borsa Internazionale delle Location e del Cineturismo’, occasione di incontro tra il mondo del cinema e quello del turismo e il ‘Convegno internazionale sul Cineturismo’, che vedrà la partecipazione dei massimi rappresentanti del mondo del cinema correlato al marketing territoriale.
A completare il ricco programma la mostra fotografica “Villeggiatura e vacanze nel cinema italiano (1949 – 2011) a cura di Antonio Maraldi. Per partecipare al festival è necessario acquistare un accredito culturale presso l’InfoPoint del Festival che è stato allestito nel Piazzale Aragonese.
Inoltre la kermesse si rivela un’ottima occasione per una vacanza relax nell’isola verde alla scoperta dei suoi angoli e della gastronomia locale.
Ad aprire, domani, sabato, alle 22 sarà il film Ana Arabia di Amos Gitai che sarà presente in sala per salutare il pubblico presente. Un film girato in un unico piano sequenza di 81 minuti che racconta le vicissitudini di una piccola comunità di reietti, ebrei e arabi, che vivono insieme in una enclave dimenticata al “confine” tra Jaffa e Bat Yam in Israele.
Per Ana Arabia – dice Gitai – mi sono dato l’obiettivo di realizzare l’intero film in un unico piano sequenza, senza tagli in cui il ritmo avvolge i frammenti delle figure. Ma c’è – spiega il regista  – anche una dichiarazione politica nel commentare che i destini degli ebrei e degli arabi non saranno recisi, né separati. Essi sono intrecciati e devono trovare il modo pacifico di coesistere e la forma attraverso cui vivere la propria vita, così  – conclude Gitai – si rafforzeranno e si stimoleranno e non più solo attraverso i continui conflitti”.(CFN)