KARATE/ Pozzuoli sul tetto più alto d'Italia: vittoria agli Assoluti delle ragazze flegree nel Kumite

KARATE/ Pozzuoli sul tetto più alto d’Italia: vittoria agli Assoluti delle ragazze flegree nel Kumite

(CFS) POZZUOLI – Grande impresa delle ragazze del karate Pozzuoli che a Roma hanno trionfato ai campionati assoluti a squadre di kumite. Un team giovanissimo ma pieno di talenti, basti pensare a Giulia Angelucci campionessa italiana senior da due anni consecutivi, Camilla Petruzzi che recentemente ha bissato il titolo under 21, dalla sorella gemella Eleonora la capitana, e per finire Sofia Rampazzo in prestito dallo Sen Shin Kai Padova da poco campionessa italiana under 21. Le ragazze sapientemente guidate e motivate dal maestro Cividini hanno eliminato ai ai campionati assoluti a squadre di kumite una dietro l’altra il SKF di Follonica, il C.S.K.W. di Roma, l’Olimpia Bergamo e in finale le favorite atlete professioniste della polizia. Tutti i turni erano al meglio dei tre combattimenti e le guerriere milanesi si sono sempre imposte per 2-0 senza concedere e rischiare niente, vincendo così il meritato tricolore che segue di pochi anni quello già vinto a livello giovanile.

DICHIARAZIONI E’ stata una gara ricca di emozioni indescrivibili – le parole di Giulia Angelucci – soprattutto in finale, la determinazione e la forza che si era creata nel gruppo ci ha portato alla vittoria che definirei un’impresa, una piccola società sconfigge un gruppo sportivo con altete professioniste, ora possiamo proprio dire che siamo le regine d’Italia. Camilla Petruzzi: “Questo risultato è merito di tutte noi che abbiamo dato tutto per un risultato così tanto atteso, quattro ragazze e un’unica forza”. Eleonora Petruzzi: “Sono felice della squadra che abbiamo creato, sapevamo che la finale sarebbe stata difficle, siamo state concentrate fino all’ultimo e abbiamo sempre creduto nelle potenzialità di tutte noiInfine Sofia Rampazzo racconta così la sua gioia: “E’ stata un’esperienza unica, nonostante fossi in prestito mi sono sentita da subito parte di una squadra forte. Ringrazio il maestro Cividini per avermi dato l’opportunità di far parte di questo dream team”. (CFS)