La gradinata dei distinti del "Conte" domani intitolata a Francesco Serrapica

La gradinata dei distinti del “Conte” domani intitolata a Francesco Serrapica

(CFS) POZZUOLI – Sarà inaugurata questo mercoledì (ore 18) la gradinata alle spalle della porta del settore distinti dello stadio “Domenico Conte” al compianto Francesco Serrapica. Tifoso storico e amante come pochi dei diavoli rossi della Solfatara è stato assieme a Gennaro Gaudino il fondatore dello storico club Cuore Granata 1988, che oggi porta anche il suo nome. Domani sera alla presenza del sindaco Vincenzo Figliolia, della vice sindaco Fiorella Zabatta e della presidente della commissione toponomastica del comune la dottoressa Filomena D’Orsi sarà inaugurata la lapide in memoria dello storico tifoso della Puteolana 1902. Un lungo iter iniziato il 30 novembre dello scorso anno quando Gennaro Gaudino, attuale presidente del club ha avanzato la richiesta al Comune di Pozzuoli. L’amministrazione deliberò, poi, l’approvazione della richiesta l’8 marzo scorso.

IL RICORDO DEGLI AMICI Franco Serrapica oltre ad essere un fratello è stato un simbolo per me e per molti tifosi della Puteolana – dice Gennaro Gaudino -. Abbiamo sostenuto i colori granata nei momenti belli e in quelli più bui. Lui diceva sempre di tenere accesa la fiammella perché far scomparire la squadra della nostra città sarebbe stata una perdita incolmabile. Questo è il giusto riconoscimento a tanti anni in cui il buon Franco ha dato molto alla Puteolana, allestendo addirittura collette per organizzare a volte le trasferte della squadra. E’ il merito ad un uomo che intendeva il tifo nel vero senso della parola: lui amava vedere le famiglie allo stadio ed era contro la violenza”. Nel corso della cerimonia sarà distribuita anche una pubblicazione fatta dal Club Cuore Granata in cui ci sono memorie e ricordi del compianto Francesco Serrapica. “Per noi era molto più di un semplice tifoso – ha dichiarato Roberto Righetti, storico vice-presidente della Puteolana che conquistò la promozione in C2 nella stagione 1999-2000 -. Persona cordiale e dall’animo nobile ha dato tanto al calcio a Pozzuoli. Gli andrebbe dedicata molto di più di una semplice gradinata dello stadio”. (CFS)