Flash News

La Virtus Pozzuoli ritrova finalmente il sorriso trascinata da Orefice e Orsini!
Stefano Orefice, play gialloblù

La Virtus Pozzuoli ritrova finalmente il sorriso trascinata da Orefice e Orsini!

(CFS) VILLARICCA – La Virtus Basket Pozzuoli ritrova la vittoria a i danni della Partenope dopo cinque sconfitte consecutive. Risultato finale 67-74. Partenope quasi sempre in vantaggio anche se con margini abbastanza risicati.
Sin dalle prime battute sono i padroni di casa a tenere saldamente la testa avanti, ma con un margine limitato. La doppia di Foa ed i liberi di Filippi ampliano la forbice (10–4 al 4°). I 6 punti di Luongo ed alcune variazioni tattiche consentono agli ospiti di risalire la china: 10–7 il parziale del –3 al 7° (17–14) con entrambe le squadre già in bonus. Immediato il time out di coach Olivo che, alla ripresa, osserva il suo quintetto essere agganciato a quota 17. Il canestro di Caccavale F determina il 19–17 del 10°.
Il secondo periodo si apre con una piccola accelerata dei locali (23–17 al 12°) che il tecnico dei viaggianti preferisce analizzare con calma. La scelta è corretta: al rientro i suoi ragazzi centrano un 8–2 (Errico 4, Orsini 3, Orefice 1) che vale il 25 pari al 13°. E’ un importante momento di svolta della gara. I flegrei sono perfetti nelle due fasi di gioco e mettono la freccia con le realizzazioni di Orefice (7) e Aprea (2): 29–34 al 17° (4–9). La sospensione voluta dall’allenatore dei partenopei non placa lo slancio degli avversari che continuano a colpire con Orsini (5), Errico (3), Orefice (2) volando sul +11 al 20° (33–44).
Nella prima metà della terza frazione la Partenope prova a serrare maggiormente le maglie difensive, ma i puteolani trovano i varchi per raggiungere il +14 al 24° (36–50). Palesate le ulteriori difficoltà del proprio roster coach Olivo preferisce ricorrere ad un time out (39–50 al 26°). I consigli dettati si rivelano molto proficui. I locali infilano un 10–3 che vale il –4 al 28° (49–53). Le triple di Longobardi ed Orsini sono un tocca sana per i viaggianti (54–59 al 30°).
Il numeratore dei falli individuali diventa un fattore in questa fase cruciale della partita (Luongo escluso al 33°, altri cestisti a rischio su entrambi i fronti). F. Cannavale riporta a stretto contatto i suoi (60–62). A ricacciarli dietro ci pensano le triple di Orsini e Longobardi (62–68 al 36°). Non basta. Suriano dimezza il gap al 38° (65–68). Il +5 firmato da Aprea (65–70 a 86” dalla sirena) non fa dormire sonni tranquilli al tecnico del team ospite che preferisce sfruttare una sospensione. entrambe le selezioni sono in bonus: dalla lunetta sono implacabili Aprea, Orefice e Caccavale (tutti 2/2). Finisce 67–74.(CFS)

Partenope             67
Virtus Pozzuoli 74

Partenope: Cannavale G, Vallone 9, Montanaro, Birra, Filippi 14, Cannavale F 15, Foa 11, Suriano 10, Errico 8, Vittoriosi ne.
Coach Olivo

Virtus Pozzuoli: De Rosa, Orefice 20, Longobardi 6, Gargiulo ne, Caresta, Orsini 21, Luongo 6, Aprea 10, Errico 13, Innocente 2.
Coach Serpico.

Arbitri: Giuseppe Vastarella di Napoli e Bartolomeo Puzio di Afragola (Na)

Parziali: 19–17, 33–44, 54–59

Usciti per falli: Luongo (GVP). Foa e M Errico (Pa).