Flash News

La Virtus Pozzuoli crolla nel finale con Cerignola: 5° sconfitta interna stagionale!

La Virtus Pozzuoli crolla nel finale con Cerignola: 5° sconfitta interna stagionale!

(CFS) POZZUOLI – La Virtus di coach Mauro Serpico chiude il girone d’andata con la quinta sconfitta interna stagionale su otto totali in campionato e dice molto probabilmente addio ai sogni di gloria per una stagione che aveva avuto come auspici bel altri obiettivi. I gialloblù hanno tenuto bene per due terzi dell’incontro ma, poi, sono crollati ai colpi che Cerignola gli ha inflitto nel momento topico dell’incontro. Il tecnico flegreo prima della gara doveva fare a meno di Orsini per una distorsione al ginocchio sinistro, mentre, Loncarevic che rientrava da un lungo infortunio ha giocato solo pochi scampoli del match. Parte a razzo la compagine di Cerignola che infila 5 punti consecutivi in 1 minuto e mezzo, prima una tripla di Maggi e poi Liguori dall’area. Pozzuoli spreca troppe palle in attacco e soffre i centimetri di Martone sotto canestro con Luongo e Innocente che la tengono, comunque, incollata al match e con Aprea opera il sorpasso al 5’ (9-8). Pozzuoli sembra avere una marcia in più con Innocente che inizia a bruciare la retina dalla distanza (18-12 al 6’). Poi, è un black out per il roster flegreo che sbaglia canestri facilissimi con i pugliesi che infilano quattro punti consecutivi chiudendo sul 18-16 il primo periodo. Nel secondo Di Nanni da sotto subito ristabilisce la parità mettendo ancora di più in risalto il momento negativo dei gialloblù. Parziale di 6-0 per i ragazzi di Matteo Totaro (18-22 al 12’). Coach Serpico chiama time out e chiede più grinta ai suoi che con una tripla di Orefice e un libero di Luongo consentono a Pozzuoli di portarsi in parità. (24-24 al 15’). Il match è equilibrato e sul parquet lo si evince chiaramente, poi, al 17’ viene fischiato un tecnico alla panchina di Cerignola con le due formazioni che chiudono in perfetta parità a metà match (34-34). Alla ripresa delle ostilità Pozzuoli è troppo nervosa e spreca tanto in attacco con il play Bastoni che sbaglia l’imponderabile con Maggi che lo infila più volte (38-42 al 24’). Poi, Cerignola è presa per mano da Martone e Serazzi (38-47 al 26’). La gara è vibrante e i gialloblù grazie anche un Orefice in serata positiva si riportano sul -1 (48-49 al 28’). Maggi per Cerignola riporta sopra la squadra di Totaro (48-52), poi, è Orefice che con un coast to coast fissa il punteggio del terzo quarto (52-55). Polveri bagnate per 6 possessi (già 5 falli totali a referto), poi i quintetti si svegliano: 56–60 al 33°. Su una ripartenza dei pugliesi, l’arbitro fischia un antisportivo a Innocente che genera le proteste di coach Serpico che si becca un tecnico. Dalla lunetta Falcone fa 2/3: 56–62 al 34°. Attacca al limite dei 24”, ma segna Cerignola che, con Maggi (3) e Jonikas (3) allunga: 61–70 al 37°. I puteolani provano a crederci ancora, ma falliscono diverse azioni. Ciò unito alla precisione dei contendenti spegne ogni speranza (66–74). Domenica si ritorna in casa contro la Megaride Napoli. (CFS)

Virtus Pozzuoli 66
Cerignola              74

Pozzuoli: Orefice 20, Longobardi, Caresta ne, Orsini ne, Luongo 16, Aprea 9, Errico 2, Bastoni 1, Innocente 16, Loncarevic 2. Coach Serpico.
Cerignola: Jonikas 1, Serazzi 9, Svoboda 15, Falcone 6, Mennuni ne, Cristiani ne, Liguori 10, Martone 6, Di Nanni 7, Maggi 20. Coach Totaro

Arbitri: Luigi Marino di Parete (Ce) e Valentina Del Monaco di Maddaloni (Ce).

Parziali: 18–16, 34–34, 52–55
Usciti per 5 falli: Errico, Aprea.