Pozzuoli, le associazioni sindacali attaccano Sindaco e Amministrazione.

Un evento per grandi e piccini: il Mercatino Natalizio situato sulle Passeggiate Lungo Passirio, a Merano.(CFN) Pozzuoli – Le associazioni del commercio, dell’impresa e dell’artigianato puteolano sono sul piede di guerra. In pieno dissenso con l’assessorato al commercio hanno deciso di “affilare i coltelli”. Motivo di scontro sono le iniziative da farsi in occasione delle prossime festività natalizie. In verità più che da farsi sarebbe corretto dire che l’amministrazione ha posto in essere. E lo avrebbe fatto senza confrontarsi con le associazioni di categoria o quantomeno informarle preventivamente.
Per questo motivo ASCOM, CASARTIGIANI, CNA, CONFESERCENTI, CONFIMPRENDITORI e UNIMPRESA “a fronte di quanto esposto e stante al preoccupante scollamento in seno all’Amministrazione comunale emerso nel corso dell’odierno incontro, queste Associazioni sindacali di categoria proclamano ad horas lo stato di agitazione sindacale.”.
L’amministrazione comunale, infatti, avrebbe messo in campo iniziative d’intrattenimento e di animazione per le prossime festività. E fin qui nulla di strano. Ma anche autorizzato mercatini e mostre in varie parti della città come Piazza a Mare, via Pergolesi e Rampe Cappuccini.
I rappresentanti delle associazioni, convocate dall’assessore al ramo su “organizzazione eventi natalizi 2013” hanno chiesto delucidazioni circa presunte autorizzazioni per mercatini ed installazioni di casette prefabbricate in legno tutte destinate ad accogliere attività commerciali non coerenti con il tessuto commerciale del centro storico. Di tutta risposta l’assessore alle attività produttive del Comune di Pozzuoli, Carlo Morra, avrebbe dichiarato che “non era a conoscenza di nulla e che eventuali decisioni erano state prese arbitrariamente a sua insaputa da altri componenti dell’Amministrazione.”. Una ammissione che avrebbe fatto finire su tutte le furie lo stesso Morra che, lasciati i rappresentanti sindacali, si è precipitato dal sindaco per gli opportuni chiarimenti. Non è escluso che a stretto giro il Sindaco Figliolia debba trovarsi a dove nominare un nuovo assessore magari scelto tra i consiglieri. La cosa non sarebbe una novità in quanto negli ultimi tempi alcuni di essi si erano eretti ad amministratori assumendo “impegni” con alcuni commercianti del centro storico per nome e per conto dell’amministrazione comunale.(CFN)