Libro Fest, presentato il programma del Villaggio Letterario

Libro Fest, presentato il programma del Villaggio Letterario

(CFN) POZZUOLI – Sicilia e Campania unite grazie al “Libro Fest”, festival letterario giunto alla sua seconda edizione, che dal 1° marzo all’11 maggio vedrà otto appuntamenti nei quali i protagonisti saranno il libro e la lettura. La prima edizione del festival è stata realizzata nel 2018 ad Ustica, nell’ambito del Villaggio letterario , mentre quest’anno il “Libro Fest” è in programma a Pozzuoli, in Campania. Saranno otto appuntamenti d’eccezione, che racconteranno al pubblico la comune storia che lega la Campania e la Sicilia: si parlerà di letteratura e di cinema, ma anche del mistero dei Rosacroce e ancora del mare Mediterraneo raccontato ai bambini, di archeologia, di noir, di vino, di saggistica e di biografie legate al Sud.

A presentare l’iniziativa a Malazzo Migliaresi, al Rione Terra, Anna Russolillo architetto fondatrice Villaggio Letterario, Maria Teresa Moccia di Fraia assessore alla cultura, Anna Maria Attore assessore alla istruzione, Michele Stefanile archeologo Uni Orientale di Napoli.

La seconda edizione del “Libro Fest” è stata possibile grazie a un protocollo d’intesa tra il Comune di Pozzuoli e “Lunaria Onlus A2-Villaggio Letterario” ed è organizzata in collaborazione con la Soprintendenza del Mare della Regione Siciliana. Il titolo completo della rassegna è “Pozzuoli Villaggio Letterario – Libro Fest II edizione” e si svolgerà nelle prestigiose sedi di Palazzo Migliaresi al Rione Terra e del Polo Culturale di Palazzo Toledo.
Sarà dunque un festival all’insegna del Sud e saranno presenti ospiti d’eccezione, fra scrittori, storici, critici letterari, attori e giornalisti. L’edizione di quest’anno del “Libro Fest” è dedicata al comandante Raimondo Bucher, che nel 1956 scoprì il patrimonio sommerso di Baia.

Dopo l’edizione di Pozzuoli, nel 2020 il “Libro Fest” tornerà nuovamente in Sicilia con la sua terza edizione: sarà, in pratica, un viaggio letterario tra Sicilia e Campania, andata e ritorno. Uno scambio, di saperi e riflessioni, che il “Villaggio Letterario” ha fortemente voluto, proprio per sottolineare i forti legami storici e culturali tra queste due grandi Terre del Sud.
Il “Libro Fest” è stato presentato a Pozzuoli durante un incontro al quale hanno preso parte l’assessore dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana Sebastiano Tusa, il Sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia, l’Assessore alla Cultura Maria Teresa Moccia Di Fraia, l’Assessore della Pubblica Istruzione Anna Maria Attore, il giornalista scientifico Francesco Foresta Martin, il direttore editoriale di Canale 21 Gianni Ambrosino e l’event manager Anna Russolillo, fondatrice del Villaggio Letterario.
Gli ospiti agli incontri saranno Franco Andaloro, Sara Bilotti, Massimiliano Buzzanca, Giuseppe Giacino, El Grinta, Massimo Onofri, Carlo Ruta, Sebastiano Tusa, Lucia Vincenti, Angelo Petrella. Interverranno il Sindaco di Pozzuoli e gli Assessorati della Cultura e dell’Istruzione.
Si comincia venerdì 1° marzo alle 18.00 con la presentazione del saggio storico “Teoderico” di Carlo Ruta; il 22 marzo, per la letteratura noir sarà la volta di Sara Bilotti con il suo “I giorni dell’ombra” e di Angelo Petrella con “Frugale è la notte”; si prosegue venerdì 29 marzo con “Giuseppe, per non morire di diversità” di El Grinta; il 7 aprile sarà protagonista Franco Andaloro con il suo “Vi piace il mare? Il Mediterraneo (e non solo) spiegato ai bambini”; l’8 aprile sarà all’insegna di storia e archeologia con la presentazione di “Euploia” di Sebastiano Tusa; il 26 aprile sarà protagonista il grande schermo ma anche la realtà di ogni giorno, con il libro “Che cinema è la vita” di Massimiliano Buzzanca; il 3 maggio sarà dedicato alla critica letteraria con “Fughe e rincorse” di Massimo Onofri. La rassegna si concluderà l’11 maggio con Lucia Vincenti e Giuseppe Giacino che presenteranno “L’isola e i rosacroce”.(CFN)