Licola, padre e figlio indagati per ricettazione di macchinari agricoli e simulazione di furto

Licola, padre e figlio indagati per ricettazione di macchinari agricoli e simulazione di furto

(CFN) POZZUOLI – I Carabinieri dell’aliquota Radiomobile di Pozzuoli, guidati dal capitano Claudio Di Stefano, hanno denunciato in stato di libertà per ricettazione un 39enne del luogo già noto alle forze dell’ordine e per simulazione di reato il padre 70enne che aveva cercato di aiutarlo a eludere le investigazioni. La notte del 25 settembre scorso i Carabinieri avevano inseguito una Fiat 600 il cui guidatore, transitando per via Reginelle con un insolito carico sporgente, non si era fermato all’alt impostogli per controlli. Il guidatore a un certo punto aveva abbandonato la vettura e si era dato alla fuga a piedi riuscendo a far perdere le tracce. Nella vettura abbandonata i militari avevano rinvenuto una motozappa e un tagliaerba risultati provento di furto ai danni di una 68enne della zona che ha sporto denuncia ai Carabinieri. Nel corso degli accertamenti eseguiti subito dopo è stato accertato che la 600 era in uso al 39enne, che è stato quindi denunciato per la ricettazione dei macchinari agricoli. Subito dopo è stato denunciato per simulazione di reato anche il padre 70enne: subito dopo la fuga e la “sparizione” del figlio si era presentato in caserma dai Carabinieri per sporgere denuncia di furto della 600 adducendo di averla in uso e che gli era stata sottratta. (CFN) 

Commenti