Licola, presidio per la riapertura della caserma chiusa da un anno: "Ci sentiamo abbandonati"

Licola, presidio per la riapertura della caserma chiusa da un anno: “Ci sentiamo abbandonati”

(CFN) POZZUOLI – C’erano molte persone questa sera in via dei Platani a Licola per il presidio organizzato dall’associazione Licola Mare Pulito. Una lotta che ha un solo obiettivo e una sola richiesta: riaprire la caserma dei carabinieri chiusa il 25 settembre dello scorso anno per problemi strutturali. Sono giunti tante persone da Licola Mare, Licola Borgo e Varcaturo e ognuna di loro dai più anziani ai più giovani hanno chiesto solo una cosa: “sicurezza per il territorio”. Una lotta portata avanti da Umberto Mercurio, presidente dell’associazione Licola Mare Pulito. “Abbiamo invitato tutti stasera mancavano le istituzioni però – spiega il signor Mercurio -. Ci sentiamo abbandonati e siamo stanchi. Noi non siamo cittadini di serie B: abbiamo gli stessi diritti di quelli del centro storico. Sono settimane che non passano più gli autobus, con il trasporto pubblico abusivo che la fa da padrone. Questa caserma di via dei Platani è l’unico presidio di legalità che abbiamo e deve riaprire. E’ chiusa da un anno. I finanziamenti per la ristrutturazione sono stati stanziati e ci siamo informati: sono fermi in regione Campania. Allora ci chiediamo perché non riaprire la caserma di Licola negli ex locali dove c’era la guardia forestale? Ormai i due corpi sono un’unica cosa. Vogliamo risposte certe e concrete dalle istituzioni, siamo stufi di essere trattati in questo modo“. (CFN) 

 

Commenti