Licola, seguono e rapinano donna. "Non si vive tranquilli da quando la caserma dei carabinieri è chiusa"

Licola, seguono e rapinano donna. “Non si vive tranquilli da quando la caserma dei carabinieri è chiusa”

(CFN) POZZUOLI – Una rapina in pieno giorno accaduta ieri pomeriggio intorno alle ore 13,30 a Licola in viale dei Platani. La tristezza è che la donna vittima della rapina si è fermata davanti alla caserma dei Carabinieri di Licola credendo che fosse aperta. Mentre, è chiusa da più di un anno per i problemi di staticità dell’immobile. Dopodiché si è dovuta arrendere ai ladri a cui ha consegnato tutti i soldi che aveva. La figlia della vittima ha scritto un post su Facebook descrivendo tutto ciò che è accaduto. “Volevo segnalare che ieri alle ore 13,30 due tizi in una Renault hanno seguito mia madre bussando e intimandola di fermarsi – ha scritto la figlia Lisa -. Mia madre ha proseguito fino alla caserma dei carabinieri di Licola sperando che ci fosse qualcuno ma era chiusa. A quel punto i due malviventi sono scesi dall’auto e le hanno estorto dei soldi. Hanno tentato in tutti i modi di farla andare anche al bancomat. Ha dovuto comunque dare i soldi che aveva nel portafogli per farli andare via. Tutto questo perché non abbiamo più controlli sul territorio ormai non si vive più tranquilli“. (CFN)