Flash News

Made in Sud riparte dal sociale e con nuovi comici

Made in Sud riparte dal sociale e con nuovi comici

(CFN) NAPOLI – Riparte dagli studi Rai di Napoli domani, martedì 23 febbraio alle 21, la trasmissione televisiva Made in Sud. La carovana capitanata da Gigi e Ross affiancati dalle ottime Fatima Trotta ed Elisabetta Gregoracci riprende il largo per una nuova stagione televisiva che vedrà avvicendarsi decine di comici, napoletani e non, per 14 serate ognuna della durata di 180-200 minuti circa.Made in Sud 4

Fra le novità di quest’anno Francesco Cicchella da “Tale e quale show” con nuove imitazioni, gli Arteteca, i Ditelo Voi, Pasquale Palma nelle vesti di un esilarante blogger, i Malincomici con una parodia che presenteranno una parodia sempre diversa della fiction “Un posto al sole”. Ad essi si aggiungono i veterani Paolo Caiazzo e Maria Bolignano reduci del successo di “Fatti unici” ma anche e sopra tutto decine di giovani comici provenienti da ogni parte d’Italia selezionati dalla Tunnel Produzioni che si alterneranno con gli storici colleghi. Musiche scelte come sempre da Frank Carpentieri. Confermata la presenza del prof. Fischietti con i suoi esilaranti interventi. A questi si aggiungeranno alcuni personaggi, almeno sei, reduci del Festival di Sanremo di quest’anno che, cantanti o comici che siano, arricchiranno ulteriormente la rosa dei partecipanti. Nella prima puntata di domani sera parteciperà Noemi mentre Virginia Raffaele dovrebbe partecipare ad una delle prossime puntate.

Made in Sud 2

Visti i lusinghieri contatti registrati sui principali social, Twitter e Facebook, nel corso della trasmissione sarà dato maggior impulso alla multimedialità e alla interattività con delle azioni work in progress.

La trasmissione è stata messa in palinsesto dalla Rai per il martedì ma una delle puntate potrebbe slittare in concomitanza con una importante partita di campionato.

Made in Sud 5Altra novità è la partnership con la Fondazione Pol.i.s. presieduta da Paolo Siani, fratello del giornalista Giancarlo, che da anni si occupa di dare sostegno alle famiglie delle vittime innocenti della criminalità, riceverà i proventi della vendita dei biglietti per assistere alle serate di Made in Sud che ad oggi ha raggiunto le 121. 427 prenotazioni. La Fondazione utilizzerà questi fondi per dar vita, in dieci quartieri della città di Napoli, ad altrettanti “Punti di lettura” a cui potranno accedere i bambini dai sei mesi a i sei anni insieme alle loro mamme.

“Il difficile non è far leggere un bambino che già sa cosa sia un libro, – ha detto Paolo Siani presidente della Fondazione Pol.I.S. – il difficile è far leggere un bambino che non conosce cosa sia ed indurre la mamma a scegliere un libro piuttosto che una bustina di droga. Meglio 100 libri che 100 bersaglieri”. ha concluso Siani.

Una parte dei proventi, inoltre, concorreranno alla dotazione di un apposito fondo destinato all’assegnazione di borse di studio per ragazzi di famiglie indigenti.(CFN)