Monterusciello, estorsione a un commerciante: tre giovani e un minore raggiunti da fermi e ordine di custodia cautelare

Monterusciello, estorsione a un commerciante: tre giovani e un minore raggiunti da fermi e ordine di custodia cautelare

(CFN) POZZUOLI – I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Napoli e della Compagnia di Pozzuoli, diretti dal capitano Claudio Di Stefano, hanno identificato due 19enni, un 18enne e un 14enne ritenuti responsabili di un’estorsione a un commerciante di Monteruscello. Pochi giorni fa si sono presentati fuori l’esercizio commerciale della vittima in sella a due motociclette; hanno chiesto del titolare e uno dei 19enni gli ha mostrato una pistola intimandogli di “preparare 5mila euro per stare a posto fino a Natale” perché “ora a Pozzuoli ci sta lui” e se non avesse pagato avrebbe sparato contro le sue serrande. Poco dopo sono tornati il 14enne e il 18enne e la vittima si è trovata costretta a consegnare loro tutto il denaro che aveva in cassa, non riuscendo comunque a coprire la richiesta estorsiva. I quattro sono stati velocemente identificati dai Carabinieri grazie a indagini coordinate dalle Procura Ordinaria e dalla Procura dei Minori di Napoli. Due dei soggetti, un 19enne e il 14enne presenti durante la prima fase dell’intimidazione, sono stati rintracciati nell’Ospedale cittadino dove era ricoverato il padre di uno di loro; il più piccolo ha tentato la fuga scavalcando una finestra posta al primo piano dell’ospedale ma vanamente: entrambi sono stati bloccati e sottoposti a fermo per estorsione e detenzione e porto illegali di arma. La moto utilizzata per spostarsi è stata sequestrata: era stata riverniciata di azzurro per sviare le indagini ma i Carabinieri, rimuovendo lo strato superficiale di vernice, hanno scoperto il nero originale. Gli altri due malfattori (un 19enne e il 18enne) invece sono stati raggiunti da un’orfinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. di Napoli per estorsione e detenzione e porto illegali di arma. (CFN)