MONTERUSCIELLO/ Festa per le scarcerazioni dei due affiliati, la Polizia apre un'inchiesta a 360 gradi

MONTERUSCIELLO/ Festa per le scarcerazioni dei due affiliati, la Polizia apre un’inchiesta a 360 gradi

(CFN) POZZUOLI – La festa dopo le scarcerazioni nei “600 alloggi” dei due affiliati al clan Longobardi-Beneduce rischia di diventare un caso. Così ieri la polizia del Commissariato di Pozzuoli su indicazione della Questura di Napoli ha aperto un fascicolo d’inchiesta per fare luce su tutta la vicenda. I fuochi d’artificio e il piccolo concerto del cantante neomelodico Anthony, così come è stato scritto, rischia di travolgere tutto ciò che si trova davanti e anche dietro la scrivania. Infatti, c’è un’ordinanza del sindaco che vieta i fuochi d’artificio. La polizia ieri ha già avviato le indagini e sono emerse delle prime inesattezze su ciò che è stato scritto. E’ apparso  chiaramente che la cosa sia stata notevolmente ingigantita fanno sapere dal Commissariato di piazza Italo Balbo. Gli agenti stanno appurando il tutto e dopodiché su disposizione della Questura di Napoli procederanno d’ufficio. (CFN)