Nardiello vicino all'addio. Il motivo? La società ha fatto attaccare gli striscioni degli sponsor ai giocatori
Massimo Cavaliere, d.s. granata a sinistra, con Dino Nardiello, direttore generale

Nardiello vicino all’addio. Il motivo? La società ha fatto attaccare gli striscioni degli sponsor ai giocatori

(CFS) POZZUOLI – Acque agitate in casa Puteolana 1902 dopo il ko subito domenica scorsa ad opera dell’Afragolese. Sembra ormai essere ai titoli di coda l’avventura del direttore generale Dino Nardiello con il club del presidente Casapulla. Oggi c’è stato un faccia a faccia tra le parti anche se non si conoscono ancora gli esiti.  “C’è un fondo di verità, non so come facciano a leggere nel pensiero – ha dichiarato Nardiello che aveva anticipato possibili dimissioni –. E’ una decisione che devo ancora prendere del tutto, il pensiero c’è per una divergenza di veduteCi sarà una riunione nei prossimi giorni e valuteremo il da farsi”.

I FATTI Nardiello parla di divergenze di vedute e tutto è scaturito domenica prima della gara contro la squadra allenata da Masecchia. Sembra, infatti, che il direttore sportivo Cavaliere prima della gara abbia detto ad una decina di giocatori che dovevano attaccare gli striscioni degli sponsor attorno al terreno di gioco. Cosa che hanno ovviamente fatto e per di più sotto un sole cocente e il caldo torrido. Questo ha fatto andare su tutte le furie il direttore generale Nardiello che ha ritenuto assurdo tutto ciò tanto da alzare la voce e da meditare appunto le dimissioni. Staremo a vedere cosa accadrà nelle prossime ore. (CFS)