Flash News

Natale 2015, nel weekend iniziative all’insegna dell’arte, della musica, della cultura, del folclore

Natale 2015, nel weekend iniziative all’insegna dell’arte, della musica, della cultura, del folclore

(CFN) POZZUOLI – Ancora tante iniziative si sono svolte lo scorso weekend nell’ambito di “Luci…Suoni e Solidarietà” la manifestazione organizzata quest’anno dall’Amministrazione comunale di Pozzuoli: manifestazioni culturali, mostre  d’arte, rappresentazioni, concerti musicali. Tutto all’insegna della tradizione e del folclore.

Sabato, per l’intera giornata, alle Rampe Causa, l’esposizione d’arte “Natale alla scala”.

Palestina - foto di Nicola Buono

Una foto di Nicola Buono tratta da “In the name of a go”

Domenica, a Palazzo Migliaresi, dal mattino, si è tenuta “#notinmyname” l’iniziativa realizzata dall’associazione Karma31 che ha ricordato, a proprio modo, quanto accaduto lo scorso 13 novembre a Parigi.
Presentato il corto di Antonio Braucci “In the name of a go” che ha dato vita anche ad una mostra fotografica a cura di Nicola Buono, Enzo Buono e Rosa Schiano. Omar Suleiman ha letto alcuni testi tratti dalla raccolta di racconti “La terra delle arance tristi” di Ghassan Kanafani seguite da letture sul tema dell’integrazione culturale di Danilo Rovani, Marina Billwiller, Vincenzo Borrelli, Cristina Ammendola, Mohammed Butto. Una ghiotta opportunità per conoscere, attraverso chi approfondito, anche con viaggi, i mondo islamico: Enzo Buono è stato in Palestina, Rosa Schiano a Gaza. Gli allestimenti della manifestazione sono stati curati da Francesca Di Francia e Dario D’Isanto.

Nel pomeriggio, a Monteruscello, alla Parrocchia di Sant’Artema, rappresentazione vivente del presepe.

Prisma

Il gruppo dei “Prisma”

Nel tardo pomeriggio, ma alla Cassa Armonica nel centro storico, l’associazione Giosa presieduta da Antonio Cimmino ha presentato il concerto dei “Prisma”. Il gruppo pop/rock formato da Gennaro Barone alla chitarra elettrica, Luigi Venuso al basso, Agostino Grieco alla batteria, Roberta Vicidomini alle tastiere, Antonio Donnarumma alla chitarra acustica ed elettrica e Rossella Mattera voce, per oltre un ora hanno eseguito brani di famosi artisti e gruppi del panorama musicale italiano ed internazionale.

Dammore 2

La Compagnia di Canto Libero alla chiesa dell’Annunziata a Mare

A poche centinaia di metri, alla Darsena, nella Chiesa dell’Assunta a Mare, la Compagnia di Canto Libero ha presentato “dammore” musiche e versi per il tempo di natale. Un percorso letterario immaginato che ha inteso raccontare l’Ammore nelle sue diverse declinazioni e derivazioni etimologiche con testi originali di Angela Cicala, Erri de Luca, Pablo Neruda, Erich Fromm, don Tonino Bello.
La Compagnia, composta da Vincenzo Aulitto, voce tammorre e chitarra, Salvatore di Fraia, voce tammorre e fisarmonica, Franco Barletta alla chitarra, Procolo Caiazzo, voce mandolino e chitarra, Mario Grieco al buzuki e le dalle soliste e coriste Pina Ercolese, Grazia Ercolese e Maria Pia De Simone, ha eseguito i brani più belli della musica popolare antica e contemporanea, arrangiati in chiave acustica.
La scaletta musicale è stata condita della narratrice, Angela Cicala, che ha guidato all’ascolto i tantissimi spettatori che hanno gremito la chiesa, sia all’interno che all’esterno, e che hanno esultato più volte per la straordinaria performance del gruppo nato spontaneamente e semplicemente sull’onda dell’amore per la musica, la lettura, la cultura.

Dammore 3

Angela Cicala narratrice di “dammore”

Tutto ciò – ha dichiarato Angela Cicala a nome della Compagnia di Canto Libero – è stato possibile anche grazie al parroco don Antonio Russo che ha da sempre aperto le porte, per accogliere con entusiasmo e partecipazione il nuovo e il bello artistico. La Compagnia di Canto Libero, libera davvero da conformismi e compromessi, da 30anni fa musica per la gioia, il piacere di farla e come un impegno culturale e sociale per una città, come Pozzuoli, ricca di fermenti artistici di qualità e da sempre assetata di arte, di teatro, di musica. Di vita.” conclude Angela Cicala.
Alla fine della serata per molti è stato naturale esclamare “…è questa la città che ci piace!“.(CFN)