Natale 2017, più cultura e ragazzi al centro del programma. Concerti di Avitabile, Clementino, Eddy Napoli e Sherrita Duran. Il teatro di Daniel Pennac.

Natale 2017, più cultura e ragazzi al centro del programma. Concerti di Avitabile, Clementino, Eddy Napoli e Sherrita Duran. Il teatro di Daniel Pennac.

(CFN) POZZUOLI – Come da qualche anno anche questo natale puteolano sarà allietato da iniziative che si terranno sia nel centro cittadino che in periferia. Il programma “Pozzuoli Ardente” è stato ufficializzato stamane a Palazzo Migliaresi dall’Assessora alla Cultura, Turismo e Marketing Maria Teresa Moccia Di Fraia che ha tenuto a precisare che, a differenza delle passate edizioni, quest’anno si è ritenuto guardare ad iniziative di maggiore spessore culturale e ludiche per cominciare ad incidere in modo tangibile sulle nuove generazioni, a partire dai ragazzi ma che coinvolge anche varie fasce di età senza disdegnare concerti musicali con artisti come Enzo Avitabile, Clementino, Eddy Napoli. L’obbiettivo è valorizzare centro e periferie intrattenendo sia cittadini quanto avventori e turisti.
Il programma, infatti, quest’anno vede fra gli appuntamenti importanti, a metà mese, il Festival della Letteratura per Ragazzi che si terrà in tre delle più prestigiose location della città.
Il 7 dicembre ad aprire le iniziative di “Pozzuoli Ardente 2017”, alle 19:30, il concerto di cori gospel presso il Duomo del Rione Terra con Sherrita Duran, cantante californiana di colore dalla voce morbida e vellutata definita dal noto critico musicale Mario Luzzatto Fegiz “un soprano acrobatico, una forza della natura capace di unire il bel canto alla musica black’’.
L’8 è la vota della “Totò Tombola” a Palazzo Migliaresi, alle 19, una tombola nel rispetto dell’antica tradizione arricchita dal videoclip tratti dai più famosi film del Principe della risata.
Il 15, 16 e 17 “Libr’ALIA – Festival della Letteratura per Ragazzi” che si terrà a Palazzo Toledo sede della Biblioteca oltre che a Palazzo Migliaresi, Cassa Armonica, Darsena, Villaggio del Fanciullo. Si tratta di una iniziativa tesa ad avvicinare i più giovani alla lettura tradizionale ma anche a tutte quelle forme d’arte interpretative e sensoriali: letture teatralizzate e con la sabbia, laboratori di Guarattelle e marionette, di origami e serigrafia. Un “festival interattivo”, lo definiscono gli organizzatori, che porteranno gli stessi bambini a realizzare un logo. Fra tutti quelli creati e proposti sarà scelto uno che sarà premiato con un buono del valore di 200€ da spendere per l’acquisto di libri. Fra le iniziative permanenti, a Palazzo Toledo, “Conversazione di ombre nella Villa dei Papiri”, Fumetti in mostra a cura di Napoli Comicon. I ragazzi saranno anche accompagnati alla visita del percorso archeologico del Rione Terra. In una occasione a guidare i ragazzi sarà il francese Sylvain Bellenger, direttore del Museo di Capodimonte che ha candidamente dichiarato: “Qui a Napoli ho imparato a capire il mondo”.
Il 16, all’Auditorium dell’Accademia Aeronautica, alle 20:15, lo spettacolo teatrale “Il caso Malaussène. Mi hanno mentito” di, e con, lo scrittore francese Daniel Pennac.
Il 17, al Duomo del Rione Terra, alle 19:30, il Concerto del Sanitasamble, un gruppo musicale formato da ragazzi del Rione Sanità di Napoli che attraverso la musica sinfonica portano avanti un progetto di un’idea di comunità inclusiva, armoniosa, in cui ognuno è chiamato a fare la propria parte nel rispetto degli altri, in vista di un obiettivo comune.
Dal 18 al 23, strade e piazze del centro storico, saranno inondati da artisti di strada e alcune facciate ospiteranno proiezioni e installazioni luminose.
Il 26, al Palazzetto dello Sport di Monterusciello, alle 20:00, Concerto di Eddy Napoli, figlio d’arte, cantante e compositore di musiche napoletane che è stato anche voce solista dell’Orchestra Italiana di Renzo Arbore. Video e foto proiezioni in omaggio a Pino Daniele, Totò e Carosone accompagneranno i brani cantati dall’artista napoletano.
Il 31 gran finale, in Piazza della Repubblica, con il Concerto di Capodanno. Ad anticipare il nuovo anno i Tartaglia Aneuro mentre a cavallo della mezzanotte sul palco Enzo Avitabile e Bottari. A chiudere il rapper partenopeo Clementino che accompagnerà la città all’alba del 2018.
Al programma potrebbero aggiungersi altre date e iniziative per le quali sta collaborando la VI Commissione consiliare. Le iniziative realizzate quest’anno sono state a totale contributo pubblico ma non è escluso che, se di qualità, possano incontrare l’interesse di aziende, anche non del territorio, ed attirare capitali privati
Insomma, la scommessa di quest’anno “è guardare al Natale con gli occhi dei più piccoli”, voler ripartire dal territorio ricco di storia, cultura e tradizioni per puntare ad un turismo di ampio respiro.(CFN)