Flash News

Nave da crociera, turisti soddisfati ma delusi per una Soprintendenza troppo zelante
Il capitano della Deutschland e il sindaco Figliolia

Nave da crociera, turisti soddisfati ma delusi per una Soprintendenza troppo zelante

(CFN) POZZUOLI – Una giornata a dir poco intensa sia per gli addetti ai lavori che per i turisti della nave Deutschland che questo pomeriggio alle 18 in punto, dopo aver sostato per poco meno di 24 ore nel porto di Pozzuoli, ha preso il largo per dirigersi nel porto di Civitavecchia da dove gli ospiti domani sbarcheranno per prendere l’aereo a Roma per fare rotta per rientrare in Germania, Olanda, Svizzera e Russia.
Dopo l’accoglienza di ieri sera, all’attracco al Molo Caligoliano, stamane buona parte dei turisti della Deutschland hanno approfittato, complice la bella giornata settembrina, per fare delle escursioni. In trecento, accompagnati da bus granturismo dell’organizzazione, hanno preferito la Costiera Amalfitana, Pompei e Napoli. Un paio di coppie, organizzatesi autonomamente con i taxi, si sono recate a Torre del Greco per acquistare oggetti e gioielli in corallo lavorati a mano.
Poco meno di un centinaio hanno, invece, accettato l’invito dell’Amministrazione comunale di trascorrere la giornata nei Campi Flegrei dove la meta più gettonata è stata la Solfatara preferita da una cinquantina di turisti. Trenta hanno scelto di visitare l’acropoli di Cuma ma, per un disguido fra Comune e Soprintendenza, vi hanno dovuto rinunciare per ripiegare su un tour paesaggistico dove hanno potuto apprezzare le bellezze del lago d’Averno, dello Stadio Antonino Pio, del Tempio di Serapide, ecc. Una quindicina hanno scelto un percorso libero scegliendo di visitare i vicoli del centro storico di Pozzuoli, il Tempio di Serapide, la Cattedrale del Rione Terra. Proprio al Rione Terra una coppia di cui un docente universitario tedesco, si è mostrato molto interessato agli scavi in atto di cui ne conosceva l’esistenza e l’importanza. Peccato che anche in questo caso non li abbia potuto visitare in quando la Soprintendenza non ne ha autorizzato la visita per problemi di “sicurezza”. In otto hanno deciso di puntare sull’Anfiteatro Flavio accompagnati da una guida messa a disposizione della Azienda Autonoma di Cura Soggiorno e Turismo di Pozzuoli ma, una volta giunti anche questi hanno dovuto rinunciare alla visita perché, per un disguido, il fax di comunicazione non era giunto per tempo. A nulla sono valse le decine di telefonate fra i responsabili degli uffici dei due Enti per addivenire ad una soluzione che consentisse ai turisti di visitare due fra i più belli ed importanti siti archeologici dei Campi Flegrei.
Ad ogni modo la quasi totalità dei turisti intervistati ha dichiarato di conoscere, anche se sommariamente, le bellezze paesaggistiche ed archeologiche dei Campi Flegrei e di essere stati, ieri sera, all’arrivo in città, sorpresi e molto ben impressionati per l’accoglienza ricevuta. Un paio di coppie si sono recate a cena in un ristorante del centro dove hanno trovato un cameriere che parlava discretamente il tedesco essendo stato negli anni addietro a lavorare proprio in Germania.

A metà della mattinata visita di rito e di cortesia sulla Deutschland al capitano della nave del sindaco Vincenzo Figliolia accompagnato dagli assessori Cammino, Fumo, Trincone e dal consigliere, delegato alla gestione dell’evento, Di Bonito. Dopo i convenevoli e uno scambio di opinioni ed impressioni su questa nuova esperienza gli ospiti hanno visitato la nave: un piccolo ed elegante albergo a cinque stelle galleggiante, un Titanic in miniatura in stile austro-germanico di fine ottocento inizio novecento.(CFN)