Flash News

Ospedale La Schiana, il 118 nel mirino dell'Antimafia

Ospedale La Schiana, il 118 nel mirino dell’Antimafia

(CFN) POZZUOLI – La società aggiudicataria dell’appalto per il servizio 118 dell’ospedale puteolano gestito dalla ASL Napoli 2 è finita nel mirino dell’Antimafia. Secondo la Prefettura, che ha emesso una interdittiva, e la DDA di Napoli, l’impresa incaricata del servizio, attraverso interposte persone, sarebbe riconducibile a elementi di spicco del clan Mallardo e a quello dei Casalesi.
Mercoledì mattina gli uffici di Giugliano della onlus PAF – Pubblica Assistenza Flegrea sono stati perquisiti dalla Guardia di finanza dopo che la stessa aveva ricevuto nell’aprile scorso una interdittiva impugnata al Tar Campania e rigettata lo scorso luglio.
Intrecci sarebbero emersi fra la PAF e l’istituto di vigilanza Fly Security Service, entrambe con sede in via Domitiana a Varcaturo. Anche la Fly Security Service nel marzo scorso ricevette dalla Prefettura un provvedimento di interdizione dal servizio.
Alla ASL Napoli 2, nelle more di un nuovo bando di assegnazione, il servizio viene ancora espletato dalla onlus che offre il proprio servizio anche alla Asl Napoli 3. Un territorio, quello servito dalla PAF, composto da circa 90 comuni della provincia di Napoli.(CFN)