IL CASO/ Per la vice sindaco Zabatta chi segnala degrado è “miserevole”
scorcio di Villa Avellino e Fiorella Zabatta assessora all'ambiente del Comune di Pozzuoli

IL CASO/ Per la vice sindaco Zabatta chi segnala degrado è “miserevole”

(CFN) POZZUOLI – Domenica 27 ottobre abbiamo pubblicato un articolo “Villa Avellino? No, Villa della Munnezza: vergognoso il degrado di un patrimonio cittadino” con a corredo una foto gallery di immagini eloquenti scattate da una cittadina. Ebbene, l’assessora all’ambiente del Comune di Pozzuoli ci ha fatto pervenire la seguente dichiarazione.

IL COMUNICATO DELLA VICE SINDACO Le notizie che sono circolate sui social network e riprese anche da altri, circa un presunto stato di incuria in cui verserebbe Villa Avellino, sono fuorvianti e non descrivono esattamente la realtà della situazione. – dichiara l’assessore all’ambiente Fiorella Zabatta – Le foto scattate, che ritraggono alcuni cumuli di rifiuti, si riferiscono alle aree interne ai resti archeologici. Gli accessi sono stati interdetti alcuni anni fa, con l’apposizione di cancelli e catenacci e le chiavi da allora sono esclusivamente custodite dalla Soprintendenza dei Beni Archeologici di Napoli che dovrebbe provvedere a ripulire periodicamente le aree prese di mira dagli incivili che non utilizzano i cestini collocati a pochi metri di distanza ma che gettano di tutto all’interno dei siti archeologici“. L’assessore Zabatta dichiara, inoltre, di aver “già invitato la Soprintendenza ad intervenire o quanto meno a fornirci le chiavi così come avviene già per altri siti. Noi siamo disponibili a pulire sostituendoci ad altri enti ma in questo caso dobbiamo avere la possibilità di entrare. L’amministrazione, dal canto suo, provvede costantemente a tenere pulita Villa Avellino e potrebbe farlo tranquillamente anche per queste piccole aree. Parto dal presupposto che tutto è perfettibile ma trovo davvero miserevole fare delle foto omettendo di riprendere la cancellata per immortalare solo i rifiuti come se si trattasse di un’area aperta interna alla villa senza riprendere le cancellate di ferro e i lucchetti” conclude Fiorella Zabatta assessore all’ambiente del Comune di Pozzuoli.

REPLICA DELLA REDAZIONE DI CAMPI FLEGREI NEWS Prendiamo atto di quanto reso noto dall’assessore e vice sindaco Fiorella Zabatta e siamo felici che si sia attivata affinché un sito archeologico seppur secondario, venga adeguatamente manutenuto anche se, presumibilmente, sia di competenza della Soprintendenza. Un sito che, come tanti altri, ed in ogni caso, è parte integrante di una città che aspira ed essere turistica e migliore di altre città deve essere manutenuto senza se e senza ma viste le consistenti imposte locali a carico del cittadino. Riteniamo, però, “miserevole” trovare “miserevole” una sollecitazione da parte di un cittadino che con senso civico e legittimamente si è limitato a documentare una situazione di degrado e trovare “miserevole” una segnalazione da parte di un organo di stampa come il nostro impegnato sul territorio affinché questo sia tutelato e valorizzato. Egregia assessore: felici di essere miserevoli! Piuttosto, attendiamo un suo personale bilancio a distanza di oltre due anni di mandato.(CFN)