Pierluigi Rotta, il saluto di Stato al "figlio delle stelle" di Pozzuoli, venerdì i funerali a Lago Patria - FOTO

Pierluigi Rotta, il saluto di Stato al “figlio delle stelle” di Pozzuoli, venerdì i funerali a Lago Patria – FOTO

(CFN) TRIESTE – Folla di autorità e di comuni cittadini ai funerali dei due agenti uccisi, celebrati nella chiesa di sant’Antonio Taumaturgo. Dalla Questura al piazzale antistante la chiesa, migliaia di persone hanno salutato i feretri al loro passaggio e arrivo. Hanno seguito la messa, officiata dal vescovo Giampaolo Crepaldi, tra gli altri, il ministro degli Interni, Lamorgese, il presidente della Camera, Fico, il capo della Polizia, Gabrielli, e le autorità locali, tra le quali il governatore Fedriga, il questore Petronzi e il prefetto Valenti.

IL SALUTO DEI COLLEGHI Sono uscite dalla chiesa di Sant’Antonio Taumaturgo in mezzo al picchetto d’onore le bare con i corpi di Matteo Demenego e Pierluigi Rotta portati a spalla dai colleghi della squadra Volanti e accolti da un lungo applauso da parte delle migliaia di persone presenti. I feretri vengono caricati sui due carri funebre e sono in attesa di partire alla volta dell’aeroporto di Ronchi dei Legionari da dove a bordo di un C130 dell’esercito saranno portati a Ciampino. Sull’aereo oltre ai familiari come da programma ci saranno il Capo della Polizia Franco Gabrielli, il Questore di Trieste Giuseppe Petronzi, il prefetto di Roma Gerarda Pantalone. Domani è previsto a Velletri il funerale di Demengo e venerdì a Lago Patria quello di Rotta, in forma privata.

LA CAMERA ARDENTE Salutati dai rintocchi funebri delle campane della vicina chiesa, i feretri con le salme degli agenti Pierluigi Rotta e Matteo Demenego – uccisi in una sparatoria il 4 ottobre scorso – sono arrivati in Questura a Trieste e, avvolti nel tricolore, portati a spalla, sono stati subito sistemati nel famedio della Questura. I feretri erano scortati da auto della polizia e sono giunti alle 17.45. Ad attenderli c’era il picchetto d’onore della Polizia di Stato e, tra gli altri, rappresentanze di Vigili del fuoco, volontari della Protezione civile, agenti della Polizia locale, Capitaneria di Porto, operatori del 118, Guardia di Finanza, Carabinieri. Ad attendere i feretri, c’erano, inoltre, il sindaco, Roberto Dipiazza e il prefetto Valerio Valenti. In via di Tor Bandena e nella perpendicolare via del Teatro Romano è assiepata una folla di centinaia di cittadini che intende con la propria presenza dare l’ultimo saluto ai due poliziotti. All’arrivo delle bare è scrosciato un lungo applauso. 

LA POLIZIA AL FIANCO DEI FAMILIARI Il Capo della Polizia Franco Gabrielli è arrivato in Questura a Trieste, dove a breve sarà aperta la Camera ardente degli agenti Pierluigi Rotta e Matteo Demenego. Gabrielli è salito negli uffici della Questura dove è previsto un incontro con i familiari dei poliziotti uccisi il 4 ottobre. (CFN) 

Questo slideshow richiede JavaScript.