Potrebbero costare caro i "buu" verso il difensore dell'Afro: tutto dipenderà dal referto dell'arbitro

Potrebbero costare caro i “buu” verso il difensore dell’Afro: tutto dipenderà dal referto dell’arbitro

(CFS) POZZUOLI – Il successo al fotofinish sull’Afro Napoli United con la rete segnata dal capitano Mario Follera ha un sapore particolare perché giunto negli ultimi minuti, quando la qualificazione sembrava compromessa. Ma potrebbero costare molto caro i “buu” che i tifosi granata hanno fatto all’indirizzo del giocatore Fernandes Arrulo dell’Afro Napoli. E’ il 35′ del primo tempo quando dagli spalti dove sono assiepati i supporters flegrei partono all’indirizzo del difensore i primi “buu” appena tocca la palla. L’arbitro, mentre, il pallone è fuori e deve essere recuperato ha il tempo di rendersi conto, prende il taccuino e segna qualcosa. Nella ripresa al 49′ arrivano di nuovo i “buu” per la seconda volta all’indirizzo di Fernandes Arrulo. Il direttore di gara a questo punto prende in mano il pallone e sospende la partita per alcuni minuti, segnando anche in questo caso qualcosa sul proprio taccuino. Ora bisogna vedere cosa ha scritto il direttore di gara e come relazionerà al giudice sportivo. 

LE NUOVE NORME “In presenza di scritte o di cori con caratteristica di dimensione e percezione reale del fenomeno discriminatorio, scatteranno multe, chiusure di un singolo settore, obbligo di disputare partite a porte chiuse, squalifiche del campo a giornata o a tempo determinato“, così recita il nuovo codice di giustizia sportiva. Tutto però lo ripetiamo, dipende da cosa scrive il direttore di gara sul proprio referto che consegnerà al giudice sportivo. Naturalmente i cori dei tifosi puteolani non sono affatto razzisti anche perché è sempre stato nella storia una tifoseria corretta. (CFS)