Pozzuoli, fermato un motorino senza assicurazione ad un posto di blocco: proprietario va in escandescenza e manda all’ospedale una vigilessa e il collega
Immagine di repertorio

Pozzuoli, fermato un motorino senza assicurazione ad un posto di blocco: proprietario va in escandescenza e manda all’ospedale una vigilessa e il collega

(CFN) POZZUOLI – Ancora un episodio di violenza questa notte intorno a mezzanotte nella zona del centro storico puteolano, il quinto negli ultimi tre mesi e che vede ancora una volta come vittime il corpo della Polizia Municipale di Pozzuoli e ancora una volta una donna in forza al comando vigili. Durante una fase di pattugliamento e di controllo lungo la zona di via Napoli e il porto veniva fermato un due ruote alla cui guida c’era un ragazzo di appena diciotto anni che conduceva il mezzo privo di assicurazione come constatato e verbalizzato dai vigili. Il giovane va su tutte le furie ed inizia ad inveire contro le forze dell’ordine e chiama il proprio genitore, un 42enne residente al Rione Toiano che in pochi minuti raggiunge il figlio. A quel punto la situazione degenera e la vigilessa viene centrata in pieno volto da un pugno dovendo ricorrere alle cure presso l’Ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli con una prognosi di sette giorni, mentre, il collega e compagno di pattuglia viene raggiunto da uno schiaffo e un calcio in petto, per lui la prognosi è di tre giorni. Successivamente l’aggressore riesce a dileguarsi e nonostante i controlli anche nella propria abitazione da parte dei Carabinieri e della Polizia Municipale risulta irreperibile. (CFN)