Flash News

Premio Civitas, la grande musica di  Ezio Bosso, un progetto “save energy” per il Macellum e una App per finanziare i giovani talenti. La ricercatrice puteolana Tiziana Vanorio fra i premiati

Premio Civitas, la grande musica di Ezio Bosso, un progetto “save energy” per il Macellum e una App per finanziare i giovani talenti. La ricercatrice puteolana Tiziana Vanorio fra i premiati

(CFN) POZZUOLI – Mancano pochissime ore alla partenza del Premio Civitas giunto alla XX edizione. Il Macellum puteolano, più noto come Tempio di Serapide, domani sera sarà più ricco di note, quelle di Ezio Bosso che, passato passando la musica ska dei primi anni ’80, si è convertito alla classica divenendo direttore d’orchestra e compositore jazz, e non solo, di musiche di straordinario impatto. Una delle tappe del suo tour, cominciato ad aprile e che lo vedrà sui palchi di mezza Italia fino a settembre con il suo “The 12th Room Tour”, suonerà domani sera proprio a Pozzuoli. L’artista, giunto alla massa grazie alla sua partecipazione all’ultima edizione di Sanremo, è stato immortalato dal fotografo Mario Di Lorenzo (foto di copertina) in uno dei suoi riti musicali durante un concerto che lascia trasparire tutto l’amore che ha per la musica.

Conferenza stampa - P. Lubrano, V. Grassi, T. Vanorio, A. Artiaco, e D. Lanzo

Conferenza stampa – P. Lubrano, V. Grassi, T. Vanorio, A. Artiaco, e D. Lanzo

Il Premio è stato presentato stamane a Palazzo Migliaresi, al Rione Terra, dal patron Paolo Lubrano e dall’Assessore alla Cultura del Comune di Pozzuoli Alfonso Artiaco: Presenti anche i rappresentanti dei due main sponsor: Vito Grassi, amministratore di Graded, società che si occupa di “Energy saving”; Domenico Lanzo e Guido Cristofaro rispettivamente presidente e consigliere della NetCom Group spa che si occupa di progettazione,  servizi e tecnologie per l’automazione e informatizzazione delle comunicazioni e telecomunicazioni.

Premio Civitas - Tempio di SerapidePalo Lubrano ha sottolineato che “il Premio Civitas ha come mission la valorizzazione e promozione del patrimonio storico, culturale, artistico e paesistico della città di Pozzuoli e dei Campi Flegrei. E’ assegnato a grandi personalità del mondo dell’arte, della cultura e dello spettacolo che diventano gli ambasciatori nel mondo delle bellezze del territorio. Nel palmares: Sophia Loren, Giancarlo Giannini, Omelia Muti, Lucio Dalla, Renzo Arbore, Lina Wertmuller, Michele Placido, Katia Ricciarelli, Edoardo Sanguineti, Michele Prisco, Gianni Minà, Tilda Swinton, Dante Ferretti, Maria Schneider, Mimmo Jodice, Carlo Ponti jr, Samantha Cristoforetti. Quest’anno, oltre a Ezio Bosso – ha continuato Lubrano – sarà premiata anche la ricercatrice puteolana Tiziana Vanorio”, geofisica della Strandford University in California, anch’essa presente alla conferenza stampa di presentazione.
Il premio consiste in una scultura realizzata dall’artista puteolano  Lello Lopez.Premio Civitas - spalti 1

Quest’anno legati al Premio Civitas tre interessanti iniziative: l’accordo con Federalbeghi, per consentire la visione dello spettacolo ai turisti che hanno deciso di trascorrere il primo fine settimana di luglio in uno delle strutture aderenti; l’avvio di un progetto per dotare il Macellum di una particolare e suggestiva illuminazione “save energy”; una applicazione per cellulari, più comunemente chiamata App, uno strumento pratico e veloce per accedere al mondo del lavoro, una sorta di incubatore d’impresa  grazie alla quale giovani talentuosi posso trovare più facilmente finanziamenti per proprie idee e progetti.

Premio Civitas - spalti 2Alfonso Artiaco, assessore alla Cultura, ha sottolineato come ”questo tipo di iniziative diano lustro e facciano bene all’immagine della città che si sta riproponendo per il riconoscimento Unesco”.

Vito Grassi, amministratore della Graded, ha illustrato sinteticamente il progetto che “prevede ben 93 punti luce collegati ad una centralina e comandati da una regia esterna. Sono previste due le modalità di illuminazione: ordinaria, con scene che cambiano lentamente e un’altra con luci scenografiche multicolore. Si tratta – ha detto Grassi – di un impianto tecnologicamente avanzato che garantirà anche un notevole risparmio energetico”.

Domenico Lanzo, presidente di Netcom Group, spiegato che “sviluppare l’applicazione mobile è stato un passaggio naturale per selezionare o andare a caccia di talenti” che “grazie alla profonda amicizia con Paolo Lubrano il progetto da tempo in cantiere avesse una accelerazione grazie proprio allo scenario esclusivo rappresentato dal Premio Civitas”.

Il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia ha fatto giungere una nota nella quale ha dichiarato: “Siamo ormai convinti che il futuro della comunità puteolana sia riposto da un lato nella valorizzazione dei beni culturali, paesaggisti ed archeologici di cui è ricco il nostro territorio, dall’altro nel cambio di mentalità, di strategia che deve ancor di più trasformare Pozzuoli in un luogo di accoglienza, di ospitalità, di attrazione turistica. Lungo questo cammino si inseriscono eventi di rilievo assoluto, che guardano ben oltre i confini comunali e regionali, capaci di richiamare l’attenzione sulla nostra città. Eventi che prendono vita nel mondo dell’ arte, della musica, dello spettacolo, della moda, della scienza. Uno di questi è sicuramente il Premio Civitas“.

L’appuntamento è per le 20:30 in punto. A presentare e condurre la serata il giornalista e conduttore televisivo Alessandro Cecchi Paone.(CFN)