PUC di Bacoli, si rischia il blocco delle procedure di aggiornamento. L’assessora Illiano fiduciosa per l’approvazione entro il 2016

PUC di Bacoli, si rischia il blocco delle procedure di aggiornamento. L’assessora Illiano fiduciosa per l’approvazione entro il 2016

(CFN) BACOLI – Il PUC – Piano Urbanistico Comunale di Bacoli, che sostituiste il PRG redatto quarant’anni fa, fa ancora discutere. In occasione pubblica del settembre scorso si è dato vita ad un progetto di partecipazione per far in modo che i cittadini sossono proporre ai progettisti chge si occupano del Piano. Il progetto di partecipazione, che prevede anche la partecipazione delle scuole, ha come obbiettivo la redazione di un documento finale da considerare nel corso della stesura finale.

In un post su un social network Petrone Scrive:

Michele Petrone

Michele Petrone ex assessore di Bacoli e Monte di Procida

Nonostante questa parentesi ospedaliera (in linea con i recenti post del 18 ottobre, e a scanso di equivoci e/o strumentalizzazioni di sorta, la mia posizione politica è nota, avendo appreso notizie ‘politiche inquietanti’ sento il dovere politico e morale, ma soprattutto da semplice cittadino, esprimere preoccupazioni e perplessità sul seguente argomento. Spero che sia una notizia infondata, ma sembrerebbe che qualcuno, stia pensando di innescare iniziative, dannore e irresponsabili, per inficiare le procedure del PUC di Bacoli. Forse, ignorano, che la pianificazione urbanistica introdotta attraverso lo strumento del PUC, rappresenta, dopo decenni di infruttuose attese da parte dei Legislatori sovracomunali e compreso i ritardi delle Province, un’opportunità preziosa per innescare finalmente e definitivamente concrete procedure di Riqualificazione, Sviluppo Economico e Turistico, sfruttando finalmente in chiave moderna e positiva, le tanto osannate Risorse Endogene. Forse, ignorano che il PUC (compreso quello di Bacoli – affidato a Professionisti prestigiosi), rappresenta la sintesi di tante battaglie, richieste, convegni, consigli comunali, riunioni in Regione e in Provincia che si sono tenuti dal 95 a tutt’oggi tra i Sindaci Flegrei, Tecnici, Imprenditori e CITTADINI. Forse, ignorano, che nel febbraio 2009, i Sindaci dell’Area Flegrea, sulla scorta delle singole criticità territoriali ed esigenze pianificatorie (frutto di anni di lavoro e infruttuose attese), hanno sottoscritto un’unico documento congiunto per le Osservazioni al PTCP; risultato accolto nel maggio 2009 dalla stessa Provincia. Quindi, le procedure del PUC, avviate nei Comuni Flegrei, risultano la struttura portante di anni di lavoro, da parte di TUTTI. Quindi, bene ha fatto l’Amministrazione Comunale di Bacoli, che per il tramite dell’Assessore all’Urbanistica arch. Marianna Illiano, non ha sciupato tempo, anzi, ha aperto da subito, alla CITTÀ TUTTA (Tecnici, Professionisti, Imprese, Associazioni e CITTADINI), il confronto su questo importante strumento di pianificazione (PUC ex PRG), per ASCOLTARE, INTEGRARE, MIGLIORARE e rendere Trasparente quanto redatto e proposto fin qui. Anzi, in linea con quanto detto, sarebbe auspicabile (sfruttando al massimo l’istituto della coopianificazione prevista con la Regione), coinvolgere i Sindaci dell’Area Flegrea, è accelerare al massimo le analoghe procedure del PUC, per avere una Pianificazione Flegrea Omogenea. Solo un minimo di riordino, dopo tanti anni di scellerata gestione dei territori (complici tutti noi), può rappresentare e innescare un minimo di speranza e ripresa, per i nostri SUGGESTIVI Territori Flegrei.”.

L’allarme di Petrone non è infondato e induce, come ovvio che sia, a ricercare motivazioni che portano ad un tanto farraginoso progetto partecipativo. Ad onor di cronaca è doveroso ricordare che l’aggiornamento del PUC risale all’Amministrazione Schiano e che all’aggiornamento parteciparono una parte delle allora opposizioni, PD incluso, fornendo contributi non secondari, costruttivi ed ampiamente condivisi.

Marianna Illiano Assessora all'Urbanistica del Comune di Bacoli

Marianna Illiano Assessora all’Urbanistica del Comune di Bacoli

Sull’argomento l’assessora all’Urbanistica del Comune di Bacoli Marianna Illiano precisa che “l’Amministrazione Della Ragione ha preso subito in carico il PUC, avviato dalla precedente amministrazione solo venti giorni prima delle elezioni, e che – dichiara la Illiano – hanno dovuto rivedere il crono programma previsto reinserendo la fase ‘partecipativa’ che doveva essere fatta prima delle proposte di progetto avviate precedentemente. Attualmente si sta svolgendo la prima azione della la fase ‘partecipativa’ che prevede ‘5 focus’. A questa succederà una seconda azione che prevede il coinvolgimento delle scuole e poi una terza azione che prevede delle ‘passeggiate territoriali’. – continua l’assessora Illiano – Successivamente è prevista la terza fase  che prevede due ‘tavoli’, a cui saranno invitati a partecipare vari soggetti come anche gli artisti, su ‘identità e paesaggi’. Obbiettivo dell’Amministrazione – conclude l’assessora Marianna Illiano – è redigere ed approvare il PUC entro il 2016.”.

L’auspicio è che, viste le complesse procedure innescate, i tempi non si dilatino al punto da procurare una interruzione delle procedure di aggiornamento del PUC che, lo ribadiamo, va ad aggiornare un Piano Regolatore Generale vecchio di quarant’anni.(CFN)