Flash News

Puteolana 1902, una sconfitta annunciata che sancisce la retrocessione

Puteolana 1902, una sconfitta annunciata che sancisce la retrocessione

(CFS) TARANTO – La Puteolana di mister Carannante cade miserrimamente allo Stadio Iacovone di Taranto. Matematicamente retrocessa manca solo l’esito, e quindi l’ufficialità, dell’ultimo incontro di campionato che i flegrei giocheranno al “Conte” domenica prossima contro il Potenza. Orfana degli indisponibili Vacca, Liberti, Vallefuoco, Sorrentino e degli squalificati Follera e La Torre. La Puteolana non riesce ad arginare la voglia dei pugliesi di consolidare il secondo posto per disputare i play off nelle migliori condizioni.

I pugliesi partono di quarta guadagnandosi subito al 4’ una punizione pericolosa che Marino manda fuori. All’8’ il Taranto si fa pericoloso quando, ricevendo la palla dall’angolo, Genchi tira un pericoloso fendente che viene parato da Iaccarino. Un altro angolo potenzialmente pericoloso per i flegrei viene battuto al 9’. Intorno all’11’ vengono puniti interventi irregolari di Marsili su Signore, Mazzeo su Marino e Marino su Babù. Al 14’ ancora un tiro pericoloso del Taranto che finisce alle spalle del portiere granata. Al 16’ ancora un intervento falloso di Biondi su Ciarcià. Al 20’ ancora protagonista Genchi che finisce in fuorigioco. Al 23’ Palmabianchi interviene irregolarmente su Fiore. Al 25’ ancora Genchi pericoloso tiro a porta, Iaccarino è bravo a parare. Pochi istanti dopo ci riprova Ciarcià che tira fuori. Al 27’ un calcio d’angolo battuto dai pugliesi finisce fuori. L’assedio alla porta flegrea si intensifica con un altro angolo battuto da Mignogna che serve Marino che insacca al 28’. Ci riprova Mignogna al 30’ ma questa volta Iaccarino mette in sicurezza. Assedio continuo in area granata dei pugliesi che cercano di mettere in sicurezza il risultato: al 42’ Pambianchi, al 35’ Mignogna, al 37’ Genchi. Al 38’ ancora un tiro del Taranto dall’angolo parato del portiere puteolano. Dopo due minuti di recupero si chiude la primo tempo sul 1-0.

Il secondo tempo comincia con una timida reazione dei granata che al 46’ con Manna tenta una conclusione ma finisce in fuorigioco. Al 47’ i tarantini ci riprovano, al 51’ Mignogna interviene fallosamente si Fiore e viene penalizzato. Ancora al  58’ Taranto pericoloso con il solito Genchi che calcia mandando la palla fra le braccia del portiere granata Iaccarino. Al 58’ ammonizione per D’Avanzo, un minuto dopo Vaccaro lo sostituisce. Taranto intensifica l’assedio alla porta granata, al 62’ Mignogna tira in porta ed ancora una volta Iaccarino limita i danni. Al 64’ sostituzione nelle file granata: Fiorillo sostituisce Manna. Al 66’ e al 69’ ancora un angoli per i tarantini. Al 71’ scatto d’orgoglio per i granata che ci provano con Amendola. Al 75’ è ancora Genchi che si fa pericoloso in area granata, ma è Marsili che insacca consentendo il raddoppio dei pugliesi. Due minuti dopo, al 77’, rincara la dose Ciarcià. Al 81’ i pugliesi sostituiscono Ciarcià con Oretti, al 91’ Bottiglione sostituisce Mignogna. Al 92’ Genchi ci riprova calciando fuori, un minuto dopo al 93’ il neo entrato Bottigliano tira verso l’assediata porta granata difesa da Iaccarino che para. Al 94’ la gara si chiude con la sconfitta annunciata per la Puteolana che ne sancisce la retrocessione. Il Taranto, invece, si assicura il secondo posto per giocarsi al meglio i play off per tentare il salto di categoria.(CFS)

Taranto       3
Puteolana 1902   0

Taranto: Mirarco, Colantoni, Pambianchi, Ciarcià, Marino, Porcino, Cicerelli, Marsili, Genchi, Mignogna, D’Avanzo.
Allenatore: Michele Cazzarò
A disposizione: Borra, La Gioia, Vaccaro, Oretti, Leggieri, Bottiglione, Gaeta, Ibojo, Prosperi

Puteolana 1902: Iaccarino, Matino, Corrado, Carizza, Fiore, Signore, Manna, Biondi, Mazzeo, Ammendola, Babù.
Allenatore: Roberto Carrannante
A disposizione: Ifregerio, Valle, Paradisone, Pesce, Varriale, Casaburi, Ferndandes, Fiorillo

ARBITRO – Cristian Cudini di Fermo, assistenti Massimo Miccoli di Lanciano e Francesco Ciancaglini di Vasto

Goal: 28′ Marino, 75′ Marsili, 77′ Ciarcià

Note: